Prato: un corso per gli imbranati sui social network

Ridotto Operatori ha intervistato Simone Pacini, l'imprenditore pratese e critico teatrale padre del sito "Fatti di teatro".
0
Condividi

Sei un imbranato totale con i retweet, i tags, i checkin? Vorresti utilizzare al meglio le possibilità che Facebook & company ci offrono in questi tempi villani? Bene,  Simone Pacini, pratese trasferito a Roma, imprenditore di sé stesso e critico teatrale, ha la risposta: un bel corso per principianti sui social media.  In programma a Prato l’8 e il 9 marzo negli spazi dell’Associazione Microcosmo.

RidottOperatori ha incontrato il mago dell’hashtag per voi.

Bentornato a Prato, Simone. Cosa ti manca della tua città quando sei in giro per il mondo?

“Molte cose, ne cito quattro: la nuova Biblioteca Lazzerini, un gioiello che fa invidia alle più importanti città europee; l’insuperabile “bongo” (cioè il profiterole) del Caffè Zarini; i commoventi cantucci al cioccolato del forno Santi a Migliana; la possibilità di passeggiare per il centro a piedi e di poter raggiungere in breve tempo molti luoghi diversi”.

Puoi spiegarci con poche parole quali sono le tue principali attività?

“Quando mi chiedono di cosa mi occupo non so mai cosa rispondere! Principalmente faccio formazione e consulenza per soggetti e imprese culturali che vogliono utilizzare in maniera innovativa gli strumenti del web 2.0. Tutte le attività professionali che svolgo passano attraverso il mio blog fattiditeatro”.

Com’è nata questa idea di Social Media per principianti?

“Qualche mese fa mia madre si è iscritta a Facebook, ma non lo sa usare molto bene. Dopo due anni (e quindici edizioni in nove regioni italiane differenti) di #comunicateatro  workshop su teatro e web 2.0, ho pensato di ideare un corso per coloro che si affacciano per la prima volta ai social media, hanno la curiosità e la voglia di approfondirne alcuni aspetti e di utilizzarli al meglio, con maggior consapevolezza”.

Dacci una dimostrazione pratica che il corso funziona: dicci una cosa che non sapevamo sui social media.

“Molti non sanno che si possono dividere gli amici di Facebook in “liste”. Io ho diviso tutti i miei amici per area geografica, così ad esempio se voglio promuovere un evento a Milano non invito chi vive a Palermo. Se lo facessero tutti avremmo meno inviti agli eventi e forse, stressandoci meno, funzionerebbero meglio. Con le liste posso anche vedere che fanno i miei amici di Prato se sto per venire a Prato”.

Perchè è importante secondo te saper utilizzare questo mezzo?

“I motivi sono molteplici. I social media sono un linguaggio contemporaneo e possono aiutare a coltivare i propri interessi e a interagire con persone che hanno le nostre stesse passioni. Ma anche a sviluppare e promuovere le proprie attività, siano esse lavorative che semplicemente di svago. E poi sono “low budget” che di questi tempi non è male! Infine, cosa molto importante, utilizzare bene i social significa anche sapersi difendere dalle loro insidie e a gestire la propria privacy”.

Saluta tre persone che stimi.

“Qui mi metti in crisi, non so da che parte cominciare. Posso ringraziare quattro persone che fanno parte di questo progetto? Intanto Anna Agresti e Francesca Brabanti dell’Associazione Microcosmo, presso la cui sede si terrà il corso. Fattidicinema, fratello di fattiditeatro, nasce dopo un’esperienza con loro nel lontano 2003. È stato l’inizio di tutto. E poi le “special guest” del corso che sono Irene Bartalini e Simona Mazzei , amiche di vecchia data, blogger e giovani mamme che ci racconteranno i loro percorsi che si sono sviluppati con successo anche grazie al web 2.0″.

Il programma del corso
Sabato 8 marzo (ore 15.00-19.00):
Introduzione ai social network: come il web 2.0 ha cambiato la nostra vita
Facebook, il re dei social: come usarlo con creatività e gestire la propria privacy
Domenica 9 marzo (ore 10.00-14.00)
Twitter, il social vip (e un po’ snob!)
Instagram e Pinterest. La grande rivoluzione dell’immagine
Parte interattiva e di coinvolgimento che si sviluppa attraverso esercitazioni, dibattiti, q&a (questions and answers)

Tutte le info: ([email protected] / 3471271871).