Le ricette di Lorena: Baklava Cheesecake

Una bella variante al solito cheesecake. Da provare: garantisce Lorena.
0
Condividi

Ho provato a realizzare questo cheesecake, e per quanto io non sia un amante di questo tipo di dolci questo mi è molto piaciuto, è cotto in forno, quindi come sai diverso dai fratellini da mettere in frigo.

Si comincia subito con una stravaganza, su usa la Pasta Fillo come base, da qui il nome, “Baklava”, però lasciala ancora in frigo, prima devi preparare uno sciroppo al miele.

Mescola mezza tazza di Zucchero semolato o di canna , mezza tazza di Miele, con quasi una tazza di acqua e una stecchina di Cannella in un pentolino, meglio se antiaderente, a fuoco leggero fino a quando lo zucchero si scioglie. Porta a ebollizione e continua fino a quando lo sciroppo si addensa un po’, e lascialo a raffreddare.
Trita grossolanamente con un robot da cucina mezza tazza di Mandorle tostate, mezza tazza di Nocciole tostate, dei gherigli di Noce, oppure Pistacchi al naturale ( che fanno così qualche briciola sul verde), togli la stecca di cannella dallo sciroppo di miele e aggiungi il trito, se piace esaltare di più il gusto di cannella aggiungine una spruzzata in polvere.

Siamo alla crema, mischia in una ciotola 500 gr di formaggio cremoso a tuo gusto, con 300 gr di panna acida, a parte, nel robot, riduci in crema tre uova e 150 gr di zucchero semolato o di canna, aggiungi poi la crema spumosa di uova ai formaggi insieme alla vaniglia, grattando l’interno di un baccello.

Sciogli del burro, circa un etto, se ti manca puoi sempre scioglierne altro, non bisogna lesinare con le spennellaure di burro altrimenti la pasta fillo cuocendo diventa un unico blocco, e questo non va bene.

Prima di tutto ungi la tortiera, quindi riprendi la pasta fillo dal frigo e spennella un foglio con il burro fuso, poi piegalo a metà per il senso della diagonale, magari sfalsando un po’ gli angoli, in modo che se ne veda due, posiziona il triangolo di pasta fillo nella tortiera in modo gli angoli sbuchino fuori dal bordo. Ripeti con tutti i fogli di pasta fillo rimasti e il burro fuso, e posiziona i fogli piegati in modo che gli angoli fuoriuscendo dal bordo siano uno accanto all’altro formando così una corona, la distanza giudicala tu in base alla misura della tortiera, che naturalmente deve risultare tutta coperta.
Dimenticavo di dirti di spennellare con il burro anche la parte del triangolo di pasta che all’interno della tortiera verrà ricoperto dal triangolo successivo.

Versa all’interno metà del composto di crema di formaggio, metti sopra al composto il trito di frutta secca e miele, non preoccuparti se affonda e ripeti con il restante composto di crema di formaggio e poi di nuovo con il trito al miele. Piega gli angoli di pasta fillo sopra il ripieno. Cuoci in forno già scaldato a 160 gradi per 1 ora abbondante. Ti consiglio di posizionare il dolce nella parte bassa del forno, così cuocerà meglio la base e non si bruceranno le punte. Lascia raffreddare il cheesecake nel forno con la porta aperta, e poi metti in frigo per 6 ore.
Il risultato è molto scenografico,con tutte queste punte disordinate e dorate… verdrai!

Naturalmente non l’ho inventato io, è una ricetta “rubata”, ma vuoi mettere l’aver provato e poi suggerito come risolvere quei seppur piccoli particolari giudicati dagli chef “irrilevanti” ma che poi pregiudicano il risultato?

Quindi senza nessuna remora… Lorena.