Prato: gli attori detenuti della Dogaia “in tour” a Genova

Per la prima volta gli attori detenuti di Metropopolare parteciperanno con uno spettacolo a un festival dedicato al teatro carcere. Settimana prossima a Genova

0
Condividi

La compagnia Teatro Metropopolare presenta a Genova lo spettacolo Proteggimi in occasione della III edizione della rassegna Destini Incrociati di Genova. Come sempre protagonisti gli attori detenuti della Casa Circondariale La Dogaia di Prato, affiancati da attori professionisti. E’ la prima volta che detenuti di Prato escono in permesso speciale per partecipare a un festival di teatro carcere, al fianco di altre compagnie da tutta Italia.

Destini Incrociati è un’iniziativa fortemente voluta dal Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e organizzata dal Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere. Dal 14 al 16 ottobre si alterneranno spettacoli, video, incontri e dibattiti all’interno del Teatro dell’Arca della Casa Circondariale di Marassi, del Palazzo Ducale e del Teatro della Tosse. Proteggimi andrà in scena sabato 15 ottobre (ore 17) al Teatro dell’Arca, nel carcere di Marassi.

Il collettivo Metropopolare dal 2008 lavora stabilmente all’interno del carcere pratese, dove ha creato un laboratorio permanente di ricerca e produzione teatrale in cui lavorano attori detenuti e artisti del collettivo.

Proteggimi è uno spettacolo che trae spunto dalla vita del drammaturgo statunitense Tennessee Williams e dalle sue opere. Il gruppo, composto da anni da detenuti-attori e da professionisti, ha lavorato ad una vera e propria riscrittura originale, frutto di un lungo lavoro di studio e di confronto.

La tappa genovese è solo il primo dei tanti appuntamenti previsti per la stagione. Oltre a proseguire il suo impegno all’interno del carcere e nelle scuole della Toscana – dove Metropopolare lavora da anni a percorsi laboratoriali rivolti a ragazzi e insegnanti – la compagnia porterà lo spettacolo ai Cantieri Culturali Ex Macelli di Prato a novembre e al Teatro Florida di Firenze nel marzo 2017.