Agliana: tre rassegne teatrali per la nuova stagione del Moderno

Ecco la nuova stagione del Moderno di Agliana, da novembre a maggio con tanti spettacoli, laboratori, residenze e spettacoli per ragazzi.

0
Condividi

Prende forma la nuova stagione al Teatro Moderno di Agliana con la presentazione di un ricco calendario di appuntamenti teatrali, laboratori, residenze artistiche, eventi per ragazzi, musica e danza. Sono venti gli spettacoli in cartellone, da venerdì 11 novembre a domenica 7 maggio, in attesa che l’intero programma venga completato dalle produzioni realizzate in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo.

Gli eventi sono stati inseriti all’interno di tre rassegne teatrali, dedicate rispettivamente al teatro contemporaneo e d’innovazione, alla commedia brillante e popolare della tradizione toscana e al teatro “giovane” per bambini e famiglie, con l’obiettivo di proporre un’offerta artistica e culturale il più possibile varia e diversificata.

Le produzioni d’innovazione sono riunite in “Allena la tua mente”, una selezione di otto tra concerti e spettacoli teatrali che partirà venerdì 11 novembre per concludersi sabato 8 aprile, proposti sia singolarmente (prezzi: intero 10 euro, ridotto 8 euro), sia con la conveniente formula dell’abbonamento (45 euro). A prendervi parte, professionisti del teatro d’innovazione e compagnie già operanti in collaborazione con il Moderno, che in questa stagione torneranno sul palcoscenico aglianese con produzioni nuove e originali. Otto gli appuntamenti: “Ma perchè non dici mai niente?” di Nerval Teatro (11 novembre), “Red Reading: notturno Pasolini” di Bartolini-Baronio (18 novembre), “15,44 le telecamere vedono cose bellissime” di Sosta Palmizi (25 novembre), “Winnie” di Maurizio Lupinelli (15 dicembre), “Concerto-spettacolo” di Terra in Terra e Realdo Tonti (6 gennaio), “Concerto-spettacolo” di Geometra Mangoni e Banda Tigrotti (4 febbraio), “È la pioggia che va” di Compagnia ZiBa (10 marzo) e “Mi manchi Troia: diversi modi per essere traditi” di Francesco Dendi (8 aprile).

Con “Sotto i baffi: rassegna di teatro brillante toscano” prosegue invece l’attenzione del Moderno verso la commedia regionale e i suoi interpreti. Sei gli spettacoli proposti (prezzi: intero 10 o 15 euro, ridotto 8 o 12 euro a seconda dello spettacolo): “Pinocchio racconta Pinocchio” di Andrea Balestri (12 novembre), “Ieri mi sposo?” di Lorenzo Pratesi (27 novembre), “Mia moglie è una santa” di Compagnia ABC (14 gennaio), “After the End” di Dora Doranelli (3 febbraio), “Il cappello di paglia di Firenze” di Walters Produzioni (11 marzo) e “Il ragioniere non ragiona” della compagnia I Gatti Bigi (7 aprile).

Con “Bambini e famiglie”, infine, il Moderno si apre ai più piccoli, offrendo alle famiglie la possibilità di partecipare a spettacoli divertenti e “su misura”, in replica pomeridiana e serale, e di avvicinare i bambini al mondo del teatro e della recitazione. Sette gli appuntamenti (prezzi: adulti 10 euro, bambini under-12 5 euro, formula famiglia genitori+figli 20 euro): “Pinocchio racconta Pinocchio” di Andrea Balestri (12 novembre), “Quella notte che la notte non venne” della compagnia Schegge di Cotone (4 dicembre), “Il Pane” di Dendi/Scalzi/Nardin (15 gennaio), “Le Corsaire/Il Corsaro” di Danzarte (11-12 febbraio), “La Fantasia: un viaggio liberamente ispirato a Bruno Munari” di Dendi/Scalzi/Nardin (12 marzo), “Barba Fantasy Show” di Edoardo Nardin (9 aprile) e “Col naso all’insù” di Giorgio Rossi e Sosta Palmizi (7 maggio).

Completano il panorama delle attività del Moderno per la stagione 2016-2017 la terza edizione del concorso “Aglianadanza” (3-5 marzo), che quest’anno si arricchisce con partecipanti da tutta Italia e una giuria di professionisti di alto profilo, i due corsi di yoga per anziani e per famiglie tenuti da Stefano Fontanella e i laboratori pensati per l’avviamento di ragazzi e adulti alla pratica teatrale. Sono sei quelli già in programma: il laboratorio di lettura scenica e tecniche teatrali, a cura di Dora Donarelli; il laboratorio di circo-teatro per bambini dai 6 ai 10 anni, a cura di Laura Belli, Lorenzo Torracchi e Francesco Dendi; il laboratorio “Il corpo e la voce: percorso formativo di recitazione e canto”, a cura di Alessia Innocenti e Daniela Dolce; il laboratorio “Teatro e spazi urbani: la Memoria del territorio”, a cura di Laura Belli, Lorenzo Torracchi e Francesco Dendi; il laboratorio “La via del comico”, a cura di Andrea Bruni; lo stage “Il presentatore: dal palco alla tv” a cura di Omar B. e Serena Magnanensi.

Il programma testimonia la costante crescita, dal punto di vista culturale, di una realtà che da almeno tre anni è diventata un importante punto di riferimento per artisti, attori, registi e sceneggiatori, che hanno scelto il Moderno come spazio privilegiato per residenze produttive, attività laboratoriali, prove e collaborazioni artistiche. Anche nel corso della nuova stagione, compagnie provenienti da tutta l’area toscana e non solo avranno l’opportunità di lavorare in sinergia con la direzione del Moderno, sviluppare la propria ricerca artistica grazie al contatto con professionisti del settore, condurre laboratori per giovani e adulti interessati all’approccio con la pratica teatrale e, soprattutto, mettere in scena le proprie produzioni scegliendo questo teatro come luogo di debutto. L’obiettivo è quello di continuare a far crescere il Moderno quale centro culturale e teatrale legato al territorio, ma allo stesso tempo capace di guardare oltre i suoi confini, attraverso la collaborazione con varie compagnie e la promozione di una proposta teatrale per un pubblico di tutte le età e di tutti i gusti.