Teatro e dipendenze: a Prato un nuovo laboratorio di “Isole comprese”

E' iniziato un nuovo corso di teatro che vede protagonisti i ragazzi del centro di solidarietà pratese, che si occupa di reinserimento di giovani con problematiche legate alla dipendenza.

0
Condividi

Un altro esempio pratese di inserimento sociale attraverso il teatro. E’ iniziato da qualche settimana il nuovo corso teatrale curato dalla compagnia Isole Comprese Teatro, che vede protagonisti i ragazzi del centro di solidarietà pratese, con sede in Galceti, che si occupa di prevenzione e reinserimento di giovani con problematiche legate alla dipendenza.

Sono stati prodotti negli anni numerosi spettacoli presentati in Festival nazionali e internazionali, al Teatro Metastasio e al Fabbricone.

“II laboratorio teatrale – racconta Alessandro Fantechi, membro della compagnia Isole Comprese Teatro – è uno spazio aperto di condivisione al quale partecipano i residenti della Comunità terapeutica e educatori, giovani attori in formazione. Il teatro diventa quindi uno strumento di conoscenza di sé stessi ma anche terreno di coesione sociale e scambio, opera d’ Arte”.

Quest’anno il laboratorio teatrale ha sede presso lo spazio teatrale Allincontro di Massimo Bonechi con il quale la compagnia condivide pratiche e visioni di teatro sociale. Il laboratorio si concluderà a giugno con la presentazione di un esito di lavoro scenico al Teatro Magnolfi a Prato con un titolo ancora da definire.