Pisa: Escher protagonista della nuova mostra a Palazzo Blu

Dopo il successo di Salvator Dalì, a ottobre sarà Maurits Cornelis Escher il nuovo protagonista a Palazzo Blu di Pisa.

0
Condividi

AGGIORNAMENTO 13 GENNAIO
La mostra è stata prorogata fino a domenica 11 febbraio 2018. La chiusura posticipata di due settimane si è resa necessaria per soddisfare le richieste dei visitati che confermano il grande successo di pubblico. L’8 gennaio l’esposizione sfiora un totale di 60 mila visitatori, dal giorno di apertura.

Dopo il grande successo della mostra dedicata a Salvator Dalì, dal 13 ottobre fino al 28 gennaio 2018, il Palazzo Blu di Pisa ospita la mostra “Escher”.

Maurits Cornelis Escher è stato un incisore, intellettuale, matematico e grafico, autore di notevoli opere visionarie dedicate all’infinito, a particolari costruzioni e a figure geometriche bidimensionali e tridimensionali.

La mostra presenterà una completa rassegna di tutti gli ipnotici, sorprendenti e spiazzanti capolavori del grande olandese, con il contributo di alcune curiose soluzioni espositive progettate dall’architetto Cesare Mari e grazie all’uso delle tecnologie e della multimedialità, una delle caratteristiche delle esposizioni organizzate a Palazzo Blu.

La mostra è l’occasione per ripercorrere le tappe della creatività dell’artista, soffermandosi in modo particolare sui lunghi e decisivi soggiorni in Italia, tra scenari naturali e memorie artistiche che segnarono in modo profondo il suo stile.

Insieme a una selezione straordinaria di oltre cento opere di Escher, i visitatori troveranno alcune testimonianze dei secoli precedenti, in larga parte provenienti da Pisa stessa: frammenti marmorei con decorazioni in stile cosmatesco, tarsie lignee con la rappresentazione di solidi geometrici, le incisioni di G.B. Piranesi con architetture fantastiche e prospettive suggestive.

La mostra si articola in nove sezioni: Volti, Animali, Oggetti e riflessi, Geometrie e ritmi, Paesaggi, L’artista, Architetture fantastiche, Nature, Autoritratti.