Festa della Liberazione a Prato: quattro giorni di iniziative

Il 73° anniversario dalla liberazione di Prato viene festeggiato con quattro giorni di iniziative, "aspettando il 6 settembre".

0
Condividi

“Aspettando il 6 settembre”: quattro giorni di iniziative ad ingresso libero per celebrare il 73° anniversario della Liberazione di Prato dall’occupazione nazifascista e per mantenere viva la memoria degli eventi drammatici che segnarono profondamente il cammino democratico del Paese.

Domenica 3 settembre alle 17.30 a cura dell’Anpi provinciale presso la Sala ovale della Sala della Provincia in via Ricasoli 25 sarà aperta la mostra fotografica a cura di Anpi “Anpi e il Premio Prato – Raccontare la Resistenza”. La mostra resterà aperta fino al 10 settembre.

Lunedì 4 settembre alle 17 nel Salone Consiliare del Comune di Prato ci sarà presentazione del libro “Una famiglia in lotta. I Martini tra fine Ottocento, Grande Guerra, Resistenza e Deportazione” di Laura Antonelli e Andrea Giaconi. Alle ore 19.00 allo Spazio Mostre Valentini, in Via Ricasoli 6, seguirà l’inaugurazione della mostra La famiglia Martini: una storia pratese tra fine Ottocento, Grande Guerra, Resistenza e Deportazione a cura di Enrico Iozzelli.

Martedì 5 settembre alle 18.15 presso la Sala Ovale del Palazzo della Provincia di Prato in via Ricasoli 25, a cura di Anpi provinciale, sarà presentato il libro “Il Premio letterario Prato”, di Alessandro Bicci, edizioni Pentalinea. Ad introdurre l’opera, che ripercorre la storia del prestigioso premio letterario a cui parteciparono grandi nomi della scena culturale italiana, saranno Andrea Mazzoni, Angela Riviello e Francesco Venuti. Sarà presente l’autore.

Alle 21, in piazza 29 Martiri a Figline di Prato l’evento a cura della Fondazione Museo della Deportazione e Residenza e Aned Prato, “Fermavano tutti quella mattina di marzo…”. L’evento sarà caratterizzato da letture drammatizzate di brani di interviste a ex-deportati toscani sopravvissuti ai lager nazisti.

Martedì 6 settembre alle 21 la partenza, da via 7 marzo, con la tradizionale Marcia della Pace. All’arrivo in piazza dei Partigiani a Figline interverranno il sindaco Matteo Biffoni e la presidente di Anpi Prato Angela Riviello.