A Schignano la finale del campionato italiano di Drift Trike

Giù da Schignano per la finale del campionato italiano di Drift Trike. Cento atleti provenienti da tutta Italia, e poi longboard e street luge.

0
Condividi

Se sentite l’esigenza di un po’ d’adrenalina, tempo permettendo, sabato 16 e domenica 17 potete salire a Schignano a vedere come si buttano giù i concorrenti della finale del campionato italiano di Drift Trike, i “tricicli derapanti” (nella foto d’anteprima). Le gare fanno parte della sesta edizione del Gran Premio Valbisenzio.

Cento piloti provenienti da tutta Italia arriveranno a Schignano per cimentarsi non solo nel “drift trike” ma anche, si legge nella nota, in “una serie di prove del campionato italiano di long board, street luge e gravity bike”. Due gli equipaggi pratesi in gara, “con una giovanissima atleta, Erika Bolognesi, di 14 anni”, spiega la nota.

Il percorso prevede la partenza da piazza della chiesa di Schignano per arrivare, dopo due chilometri, fino a La Torre. Alla gara parteciperanno i migliori qualificati dopo ben nove prove, effettuate a gruppi di quattro. Le manche di gara si terranno sabato, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17, e domenica, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16.

La manifestazione è stata presentata dal sindaco di Vaiano Primo Bosi e da Lello Montini e Franco Mengoni, rispettivamente presidente e viceopresidente dell’Astac, l’associazione sportiva toscana amatori carretti. Presente anche il presidente della Federazione Italiana Cart’s Daniele Fini.

Info e iscrizioni qui.