“Calimala”: un atelier del tessuto per ragazzi con disabilità

"Calimala": parte il crowdfunding per la realizzazione di un atelier creativo destinato a ragazzi con disabilità. La presentazione al Museo del Tessuto.

0
Condividi

Mercoledì 15 novembre al Museo del Tessuto (ore 18,30) verrà presentato “Calimala – Atelier del tessuto”, la nuova campagna crowdfunding della cooperativa Kepos, la fondazione Claudio Ciai e della fondazione Museo del Tessuto sostenuta dalla​ ​​Fondazione​ ​CR​ ​di​ ​Firenze​​ ​con​ ​il​ ​patrocinio​ ​del​ ​​comune​ ​di​ ​Prato​.

Cos’è Calimala

“Calimala – si legge nella presentazione inviata ai giornali- sarà un atelier dotato di strumenti e tecnologie in grado di superare grandi e piccole disabilità,​ ​all’interno​ ​del​ ​quale​ ​i​ ​ragazzi​ ​realizzeranno​ ​delle​ ​vere​ ​e​ ​proprie​ ​opere​ ​d’arte​ ​uniche”.

Da mercoledì 15 novembre, sulla piattaforma di crowdfunding ​Ulule (​link​) sarà possibile dare il proprio contributo a sostegno di questa ​campagna di che ha come obiettivo quello​ ​di​ ​raccogliere​ ​​25.000​ euro​​ ​per​ ​realizzare​ ​un​ ​laboratorio​ ​creativo​ ​per​ ​persone​ ​con​ ​disabilità.

Fondazione CR Firenze ​raddoppierà il valore delle donazioni raccolte sulla piattaforma Ulule permettendo di ideare una prima collezione di foulard a tiratura limitata, stampati grazie alla collaborazione​ ​con​ ​alcune​ ​aziende​ ​pratesi​ ​sulla​ ​base​ ​delle​ ​opere​ ​pittoriche​ ​dei​ ​ragazzi. Testimonial e prima sostenitrice dell’Atelier del tessuto, Rachele Risaliti, ​Miss Italia 2016​, che ha indossato,​ ​con​ ​grande​ ​entusiasmo,​ ​i​ ​primi​ ​foulard​ ​della​ ​linea.

“Il Museo del Tessuto ha avviato la collaborazione con la cooperativa Kepos alla fine del 2014 – spiega la nota – e tra le varie iniziative promosse si ricorda proprio la sperimentazione di laboratori creativi per i ragazzi, finalizzati alla realizzazione e alla messa in vendita presso il bookshop del Museo di foulard a sostegno​ ​delle​ ​attività​ ​della​ ​cooperativa. Il Museo sostiene quindi con forza anche questo nuovo progetto di cui riconosce l’immenso valore sociale ed è lieto di ospitare non solo la serata di lancio, ma anche questa nuova collezione di accessori​ ​moda​ ​all’interno​ ​del​ ​proprio​ ​spazio​ ​vendita”.

Hanno detto

“La campagna di crowdfunding​ Calimala–Atelier del tessuto è un progetto che nasce all’interno dell’iniziativa ​Social Crowdfunders​: un aiuto concreto da parte della Fondazione in termini economici e di formazione per sostenere la crescita del Terzo settore”, ha spiegato il ​Direttore della Fondazione CR Firenze Gabriele Gori. “Siamo al nostro secondo anno di progetto e crediamo fortemente, grazie ai risultati raccolti, in questo approccio che coniuga competenze e opportunità. Per questa edizione abbiamo voluto premiare i progetti di rete, perché mettere a sistema il lavoro di più realtà è anch’essa motore di crescita delle competenze della comunità​ ​locale”.

Vieri Calogero, Co-fondatore di Impact Hub Firenze: ​”Questo progetto è un bellissimo esempio di come network cooperativi tra imprese del territorio e Terzo Settore possano promuovere processi di sviluppo basati su capitale territoriale e beni relazionali come risorse chiave​ ​per​ ​la​ ​competitività.​”

Matteo Biffoni, Sindaco di Prato – “Questo progetto rappresenta un’innovazione e una crescita armonica per il nostro territorio: la creazione di sinergie tra associazioni del terzo settore e imprese è​ ​una​ ​grande​ ​risorsa​ ​poiché​ ​aggiunge​ ​valore​ ​sociale​ ​all’identità​ ​tessile​ ​della​ ​nostra​ ​città.”

Rachele Risaliti, Miss Italia 2016 – “L’incontro con i ragazzi è stato straordinario. Calimala è un’iniziativa splendida, nessuna retorica, sono contenta di aver indossato in anteprima alcuni prototipi di questi bellissimi foulard. Mi piace immaginare che ogni colore che in essi risplende rappresenti​ ​una​ ​luce​ ​accesa​ ​per​ ​tutti,​ ​insieme​ ​alla​ ​fiducia​ ​e​ ​alla​ ​speranza”.

Tamara​ ​Michelini,​ ​Presidente​ ​Kepos​ ​Onlus​​ ​-​ “Con​ ​il​ ​Progetto​ ​“Calimala​ ​–​ ​Atelier​ ​del​ ​tessuto”​ ​ci  sforziamo​ ​di​ ​coniugare​ ​mondi​ ​apparentemente​ ​lontani,​ ​sfide​ ​apparentemente​ ​impossibili​ ​come  quella​ ​di​ ​fondere​ ​il​ ​mondo​ ​‘sociale’​ ​con​ ​quello​ ​‘reale’.  Per​ ​noi​ ​normalità​ ​e​ ​disabilità​ ​sono​ ​solo​ ​parole,​ ​ciò​ ​che​ ​ci​ ​interessa​ ​sono​ ​le​ ​persone​ ​che​ ​di​ ​per​ ​sé  sono​ ​straordinarie:​ ​Attraverso​ ​Calimala​ ​vogliamo​ ​restituire​ ​loro​ ​dignità​ ​e​ ​dimostrare​ ​il​ ​valore​ ​di​ ​ciò  che​ ​fanno.”

Francesco Ciai, Presidente Fondazione Claudio Ciai ​- ​”Come Presidente di una Fondazione che si occupa di vittime di incidenti stradali è mio dovere creare progetti di sostegno e recupero      funzionale delle persone che hanno acquisito delle disabilità. È importante che in loro si riaccenda una speranza, che i sogni strappati vengano loro restituiti e che possano reinserirsi nella nostra società”.

Filippo Guarini, Direttore Fondazione Museo del Tessuto – “Siamo entusiasti di essere partner del progetto di cui da subito abbiamo riconosciuto la bellezza artistica e l’immenso valore        sociale. Il nostro impegno sarà quello di garantirne la ripetibilità dei laboratori anche in altri contesti​ ​del​ ​territorio,​ ​in​ ​primis​ ​presso​ ​la​ ​nostra​ ​struttura”.