Al Maddalena di Schignano, un posto affascinante a metà tra la baita di montagna e il circolo Arci di una volta, Paolo Benvegnù si è presentato iersera in gran forma e con la voglia di prendersi quel pubblico che lo attendeva e portarselo in certi luoghi che conosce solo lui. C’è riuscito in pieno.  Perché ne è venuto fuori uno spettacolo pieno d’emozioni, per il suo ritorno a Prato dopo anni di lontananza, e un concerto coinvolgente quanto anomalo, visto che la scaletta è stata modificata inserendovi alcuni brani di “Piccoli fragilissimi film”, album registrato dal cantautore proprio a Prato, in quel di Santa Lucia.

Insomma, un profluvio di sentimento e di risate, grazie ai siparietti messi in scena insieme ad uno scatenatissimo Andrea Franchi, per un paio d’ore di musica che hanno spiegato a chi ancora aveva qualche dubbio la caratura artistica di Paolo Benvegnù.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.