Il furto della vostra identità è una cosa seria. Non bastassero le cronache quotidiane, anche l’Adiconsum ha aperto da qualche giorno un portale molto significativo: furtodidentita.it.
furtodidentità

Il portale fa parte di un progetto chiamato “Me is Mine”, cofinanziato dalla Commissione Europea, e prevede alcune iniziative che comprendono:monitorare costantemente il fenomeno del furto di identità, offrire agli esperti del settore e agli stakeholder, sia a livello pubblico che privato, un luogo di confronto e dialogo; informare e sensibilizzare i consumatori/utenti riguardo le modalità attraverso cui viene attuato il furto di identità e su come è possibile difendersi e prevenirlo; creare un modello di osservatorio permanente del fenomeno del furto di identità che possa essere replicato ed esportato in altri paesi EU e paesi candidati per creare una rete di osservatori del fenomeno.

Il portale ovviamente, tra le altre cose, spiega anche cos’è il furto d’identità.

Il furto di identità consiste nel furto e nell’utilizzo indebito dei dati personali relativi all’identità e/o al reddito di una persona. Viene assunta cioè l’identità altrui allo scopo di ottenere dei vantaggi economici in maniera illecita e fraudolenta. Potrebbe avere conseguenze devastanti dal punto di vista finanziario ed emotivo.
Il furto d’identità avviene in modi diversi: dall’utilizzo illegale della vostra carta di credito per fare acquisti fino all’assunzione della vostra intera identità da parte di un’altra persona con l’apertura di conti in banca, l’assunzione di prestiti e lo svolgimento di attività illegali a vostro nome.

Due video esplicativi che hanno fatto il giro del mondo e che forse esagerando un po’ fanno capire meglio di tanti altri discorsi cosa può capitare.

Tutta la tua vita è online

Guarda com’è facile prenderti l’identità