Riecco “Shine!”, acronimo di Scientists are Humans: Interactive Night of Entertainment. La notte dei ricercatori, che quest’anno coinvolge 300 capoluoghi in tutta Europa, avrà come protagonista anche il Pin di Prato.

Venerdì pomeriggio, dalle 17 a mezzanotte, piazza dell’Università si animerà di spettacoli musicali, dibattiti e dimostrazioni pratiche che permetteranno ai pratesi di conoscere da vicino i ricercatori universitari e i loro progetti.

Molti e interessanti i progetti che verranno presentati al pubblico, tra cui il laboratorio di Scienze del Lavoro, il centro di prototipazione rapida e reverse engineering (Casper), il laboratorio di Innovazione per le Energie e l’Ambiente (Linea), quello per le applicazioni delle tecnologie dell’informazione (Lati) e molti altri ancora.

In serata, alle 20,30, arriverà anche il talk show condotto da Filippo Visintin e Leonardo Borsacchi. Questi gli ospiti in programma: Marco Bellandi (Prorettore al trasferimento tecnologico), Maurizio Fioravanti, Presidente PIN (Dipartimento Scienze Giuridiche), Rita Pieri (Assessore all’Istruzione e all’Università del Comune di Prato), Teresa Megale, Presidente del Corso di Laurea Progeas (Dipartimento SAGAS) e delegato del rettore alla attività spettacolari, Pierandrea Lo Nostro (Dipartimento di Chimica), Giovanni Ferrara (Dipartimento di Ingegneria industriale), Marco Betti (Laboratorio Laboris – Dipartimento di Scienze Politiche e sociali), Maurizio Toccafondi (Lab. Casper e Officine Maya, PhD a ingegneria industriale e co fondatore della star up Officine Maya).  Diretta streaming su Radio Spin.

La notte dei ricercatori pratese si concluderà con il concerto di Alberto Bocini e il suo “Solo Bass Concert”.

Questi i laboratori che saranno in piazza dell’Università.

La Galleria del Vento –  Gianni Bartoli, Claudio Borri del Dipartimento DICEA – Ingegneria Civile e Ambientale
Sarà un buon vento? Quando si progettano grandi opere è necessario conoscere preventivamente i carichi da vento e la loro interazione con l’ambiente costruito, inclusi gli aspetti di fluido–dinamica ambientale come la concentrazione e diffusione di inquinanti, gli studi di micro-clima urbano e di comfort. Di questo si occupa il Laboratorio di Ingegneria del Vento, grande attrezzatura scientifica del polo pratese a cui, oltre a Firenze, partecipano altri cinque atenei italiani.

Laboris – laboratorio di Scienze del Lavoro – Franca Alacevich,  Annalisa Tonarelli del Dipartimento DSPS – Scienze Politiche e Sociali
Studiare il lavoro. Per promuoverlo, per regolarlo, per scoprirne le criticità, per analizzare le relazioni industriali, per conoscere la contrattazione così come la sociologia del lavoro. E’ l’oggetto dell’attività del Laboratorio di Scienze del Lavoro che collabora da anni in un’ottica multidisciplinare con istituzioni pubbliche, associazioni di rappresentanza degli interessi e imprese che operano sul territorio. Per capire il lavoro di oggi e quello di domani.

Casper – Centro di prototipazione rapida e reverse engineering – Monica Carfagni, Maurizio Toccafondi del Diparimento DIEF – Ingegneria Industriale
Lo scopo di CASPER – il Centro Avanzato Servizi di Prototipazione Rapida e Reverse engineering – che sarà presentato al pubblico della Notte dei Ricercatori, è di affiancare le aziende nella realizzazione di nuovi progetti attraverso i più avanzati sistemi di modellazione e simulazione informatica. Tra le principali attività del Centro la realizzazione di un componente disegnato in CAD in un oggetto concreto di scala e, viceversa, la trasformazione di un componente reale in un modello virtuale pronto per sviluppi e rielaborazioni. Casper si occupa inoltre dello sviluppo di un prodotto: dalla progettazione all’analisi, dalla verifica strutturale alla dinamica.

Laboratorio per la simulazione di interventi sul paziente ospedalizzato
Postazioni attrezzate con manichini elettronici per simulazione pazienti
A cura della ASL4 di Prato

Logislab – Laboratorio di logistica –  Rinaldo Rinaldi, Romeo Bandinelli del Dipartimento DIEF – Ingegneria Industriale
Tutte le soluzioni per la logistica aziendale. Potrebbe essere il claim pubblicitario di Logislab (LOGistic process management and Intelligence Systems development LABoratory) che applica modelli avanzati di ottimizzazione e simulazione, tecnologie e strumenti per l’analisi dei sistemi di trasporto merci a rete e dei nodi intermodali e logistici sul territorio. Caratteristica di questi progetti è la collaborazione tra università e impresa.

Linea – Laboratorio di Innovazione per le Energie e l’Ambiente – Ennio Carnevale, Giovanni  Ferrara del Dipartimento DIEF – Ingegneria Industriale
Gli appassionati di motori non possono perdere l’appuntamento con Linea. Il laboratorio di Innovazione per le Energie e l’Ambiente aprirà le porte ai partecipanti della Notte. Durante la visita saranno illustrate le strutture sperimentali per l’analisi e lo sviluppo delle componenti. L’incontro sarà particolarmente stimolante anche per quanti sono più sensibili alle tematiche della sostenibilità. L’abbattimento acustico e l’efficienza energetica dei motori sono due tra i principali filoni di ricerca di Linea.

Smipp – Strumenti e metodi per l’innovazione di prodotto e di processo
Monica Carfagni del Dipartimento DIEF – Ingegneria Industriale
Come può la ricerca universitaria aiutare la produzione industriale? Ad esempio realizzando strumenti e metodi per innovare un prodotto o un processo produttivo. E’ lo scopo di questo laboratorio di Ingegneria industriale che si propone ad aziende e imprese del territorio toscano: per migliorare macchinari di radiologia, ad esempio, o una turbina che sfrutta il vento per la produzione di energia. Per verificare la resistenza di strutture o, in pelletteria, per automatizzare la tintura del bordo delle pelli, che ancora oggi viene fatto manualmente.

LATI – Laboratorio per le applicazioni delle Tecnologie dell’Informazione – Lorenzo Mucchi, Federico Trippi del Dipartimento DINFO – Ingegneria dell’Informazione
Il trasferimento tecnologico di competenze universitarie nelle aziende che operano nel settore ICT. E’questo il must di LATI (Laboratorio per le applicazioni delle Tecnologie dell’Informazione) che si è specializzato nel settore delle telecomunicazioni e della elaborazione dei segnali, in particolare modo in quello delle comunicazioni wireless e della sensoristica. L’appuntamento si preannuncia stimolante anche per conoscere le ultima novità riguardo ai sistemi di comunicazione di nuova generazione terrestri e satellitari di cui Lati si occupa.

Vast-Lab – Laboratorio di ICT applicate ai Beni culturali – Franco Niccolucci
Una App al posto della guida turistica. E’questo uno dei prodotti che Vast-Lab (Laboratorio di ICT applicate ai Beni culturali) realizza tipicamente per la valorizzazione dei beni culturali. Altri esempi? Piante interattive e video tridimensionali. Tutto a portata di smartphone ovviamente.

LabMi – Laboratorio di Marketing e Internazionalizzazione – Simone Guercini, Silvia Ranfagni del Dipartimento DISEI – Scienze per l’Economia e l’Impresa
Il marketing industriale e di consumo nei processi di internazionalizzazione del mercato con particolare riferimento alla filiera del tessile e dell’abbigliamento. Le dinamiche che in questo comparto si sono manifestate più di recente attraverso fenomeni come il pronto moda e i modelli di business derivanti dall’applicazione delle nuove tecnologie. Nel corso della presentazione verranno illustrate queste attività di cui, dal 2000, si occupa per ricerca e supporto alla didattica il Laboratorio di Marketing e Internazionalizzazione (LabMI).

Arco – Action research for Co- Development – Mario Biggeri, Enrico Testi del Dipartimento DISEI – Scienze per l’Economia e l’Impresa
Svolgere attività di ricerca per coinvolgere i migranti nella crescita dei propri paesi d’origine. E’la mission del laboratorio ARCO (Action Research for Co-development) del quale fanno parte economisti, statistici, scienziati sociali e antropologi. Nel corso della Notte dei Ricercatori verranno presentate le principali linee di intervento del laboratorio: la valutazione qualitativa e quantitativa dell’impatto di singoli progetti; la ricerca e la consulenza nell’ambito della cooperazione internazionale in materia di salute e disabilità; la ricerca, la valutazione e formazione sui temi dell’impresa sociale e dell’innovazione sociale.

Laboratorio di Elettronica Industriale – Wearable Smart Textiles –  Lorenzo Capineri del Dipartimento DINFO – Ingegneria dell’Informazione
Cosa sono i tessuti intelligenti. Un viaggio tra le applicazioni dei sensori elettronici di tipo tessile per interagire con l’ambiente, rilevando  stimoli da sorgenti meccaniche, termiche, chimiche, elettriche o magnetiche. L’iniziativa per la Notte è a cura del laboratorio di Elettronica Industriale  del Polo Universitario Città di Prato.

Laboratorio IBIS – Information-Based Industrial Services –  Filippo Visintin del Dipartimento DIEF – Ingegneria Industriale
Organizza il pronto soccorso del tuo ospedale. Attraverso un apposito simulatore i partecipanti potranno cimentarsi nella gestione e programmazione di questa struttura. Il programma, animato graficamente, consentirà ai partecipanti di modificare alcune variabili – per esempio le unità del personale e il tasso di arrivo dei pazienti per esempio – e di osservare quali effetti produce. L’iniziativa è a cura del Laboratorio Ibis che collabora con l’ospedale pediatrico Meyer per migliorare la programmazione degli interventi chirurgici “in elezione”(non urgenti), applicando metodologie tipiche dell’ingegneria industriale (ottimizzazione, simulazione, controllo statistico della qualità etc.)

Laboratorio di chimica analitica e controllo di qualità dei farmaci – Sandra Furlanetto, Benedetta Pasquini del Dipartimento di Chimica “Ugo Schiff”
Il controllo di qualità dei farmaci e la tecnica dell’elettroforesi capillare. Nel corso della presentazione saranno illustrati la convalida di metodi analitici e il funzionamento del programma per il trattamento statistico dei dati.

Indovinelli algebrici – Laboratorio di Matematica – a cura di OpenLab
Si possono fare molte cose con l’algebra: dalla lettura del pensiero, alla risoluzione di indovinelli, ai giochi di prestigio con le carte. L’attività consiste nell’analisi e la risoluzione di indovinelli e giochi tramite le conoscenze matematiche acquisite dai partecipanti che verranno guidati nell’analisi dei problemi insiti negli indovinelli proposti, mediante strategie di calcolo algebrico letterale o di opportune modellizzazioni tramite equazioni di primo grado, o tecniche analoghe ma di livello superiore, secondo il livello di preparazione del partecipante cui l’esperienza viene proposta.

Il programma completo della notte dei ricercatori a Prato è qui.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.