Nuova sede, nuovo palinsesto e nuove ambizioni per Radio Spin, la radio universitaria di Prato. Una piccola grande rivoluzione che ne farà una realtà da tenere d’occhio nel panorama dei media pratesi. Ma andiamo con ordine.

radiospin

La novità più importante è sicuramente la nuova sede. Ospitata sempre all’interno polo, Radio Spin da qui in avanti avrà un ingresso indipendente che gli consentirà di essere operativa anche nel fine settimana e soprattutto la sera. “E’ stato un naturale percorso di crescita – spiega soddisfatto Leonardo Borsacchi, station manager di Radio Spin – Negli ultimi due anni abbiamo lavorato molto sia dentro che fuori la radio, con le dirette streaming e la copertura di eventi organizzati in tutta la Provincia di Prato. Adesso siamo pronti per crescere ancora”.

La nuova sede, due stanze con bagno che si affacciano su piazza sull’Università, permetterà infatti a Radio Spin di ampliare e diversificare il proprio palinsesto. Una piccola, grande conquista. “Partiremo con calma, senza cioè l’assillo di riempire tutte le ore di tutti i giorni. Cominceremo cioè lasciando libero il fine settimana ma procederemo ad arricchirlo quanto più possibile con il tempo. Per questo chi vuol farsi avanti sarà ben accolto: abbiamo l’idea e la voglia di ascoltare tanti provini”.

I programmi dal vivo che già caratterizzavano Radio Spin rimarranno al loro posto. “Il mercoledì sarà ancora il giorno della musica dal mondo – racconta Borsacchi – mentre il giovedì e venerdì saranno i giorni di “Banana Republic” dall’ateneo di Padova e del nostro Work It Out, dedicato alle band emergenti toscane. Faremo dei piccoli live acustici i diretta ogni venerdì sera”.

Sicuri saranno anche i programmi di Radio Off. “Non si tratta di un’acquisizione e nemmeno di un matrimonio – precisa Borsacchi – il lunedì e il martedì sera, dalle 21,30 alle 23, 30, Radio Spin ospiterà i programmi realizzati dalla redazione di Radio Off. Queste due radio parlano più o meno allo stesso pubblico composto da studenti. E proprio questo nostro legame con i giovani ci porterà a Officina Giovani il prossimo mese di dicembre, quando terremo un corso di speaker  rivolto esclusivamente a ragazzi e ragazze di età compresa tra i 16 e i 18 anni. Sarà un corso interessante: lavoreremo non solo sulla creazione del format radiofonico ma forniremo anche gli strumenti necessari per trasformarlo in un messaggio virale da diffondere sui social network”.

Le ambizioni della “nuova” Radio Spin però non si fermano qui e guardano dritte in faccia l’informazione locale. “E’ vero, stiamo cercando di organizzarci  – confessa Borsacchi – L’idea è quella di arrivare il prima possibile ad una trasmissione giornaliera d’informazione: un appuntamento fisso che parli di Prato e di quello che vi succede”.

 

2 Commenti

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.