piero ciampiVisto che le case discografiche non ristampano i dischi del cantautore livornese, il premio Ciampi li riregistra. “Per molti anni abbiamo chiesto, inutilmente, alle case discografiche che detenevano i diritti dei brani di Ciampi di ristampare su Cd gli album dell’artista, ormai introvabili. Oggi il Premio Ciampi ha deciso di curare direttamente il recupero degli stessi brani facendoli interpretare dai musicisti legati alla rassegna”.

Non le manda a dire, secondo tradizione labronica, Franco Carratori, direttore artistico del Premio Piero Ciampi – Città di Livorno, illustrando stamani il ricco programma 2013 insieme all’assessore regionale alla cultura Cristina Scaletti, all’assessore al turismo del comune di Livorno Paola Bernardo e ad una delle figure storiche della musica italiana, il maestro Gianfranco Reverberi, che con Piero Ciampi (poi morto prematuramente nel 1980) realizzò nel 1964 il primo Lp del cantautore, Piero Litaliano.

Sono passati cinquant’anni dall’uscita di quell’album, e per celebrarlo il Premio “Piero Ciampi-Città di Livorno” gli dedica la sua 19a edizione, dal 24 al 26 ottobre prossimi. “Un evento che la Regione non ha mai smesso di sostenere, condividendone gli obiettivi legati alla valorizzazione di un grande esponente della cultura musicale nazionale e ai legami sempre più forti ed evidenti con la giovane leva dei nuovi musicisti italiani”, ha sostenuto l’assessore Scaletti.

Gli ospiti e i premiati del premio Ciampi 2013. Molti degli artisti che parteciperanno al premio riproporranno i brani dell’Lp di Ciampi, tutti insieme faranno parte della produzione realizzata direttamente dal premio che ha tra i suoi scopi proprio quello della valorizzazione del patrimonio musicale del cantante e poeta livornese. Ma oltre a questo il premio da anni va alla ricerca dei migliori talenti della musica d’autore del nostro paese. Quest’anno il concorso nazionale è stato vinto da Antonio Maldestro, quello per la migliore cover di un brano di Ciampi se lo è aggiudicato Giulia Mazzoni, mentre il premio speciale è andato a Luigi Mariano. Maldestro inoltre ha vinto anche la Targa Siae ed il Premio AFI.

I tre saliranno sul palco del Teatro Goldoni la sera del 26 ottobre insieme a Paolo Jannacci (che presenterà il suo tributo al padre Enzo), Bobo Rondelli, Ginevra di Marco, il duo Li Calzi-Righeira, Gatti Mezzi, Sinfonico Honolulu, Letti Sfatti, Sara Loreni. La stessa sera sarà inoltre proiettato il video di Subway to the West Country di Ernesto de Pascale, indimenticato presentatore del premio e membro della giuria scomparso nel 2011, tratto dall’album postumo di Seven Songs while The City is Sleeping.

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.