Potremmo consigliarvi, per cominciare, Halloween di John Carpenter ma siamo sicuri che l’abbiate già visto. Quindi, piuttosto che il remake di qualche anno firmato da Rob Zombie guardatevi il miglior film del cazzone rockettaro, LA CASA DEL DIAVOLO, crossover di generi piuttosto che horror puro, divertimento assicurato.

 

Se conoscete a memoria La notte dei morti viventi e i film sugli zombi di Romero e amate i b-movie in bianco e nero vi consigliamo il misconosciuto capolavoro CARNIVAL OF SOULS, anno 1962.

Avete già visto i classici di Argento? Piuttosto che guardarvi gli ultimi bruttissimi capitoli della sua filmografia riscoprite Fulci. Partite dalla trilogia Paura nella città dei morti viventi L’ALDILA’Quella villa accanto al cimitero. Se proprio ne dovete scegliere uno optate per il capolavoro visionario e anti-narrativo di Fulci.

Vi piacciono gli horror anni 80. Partite direttamente dalla fine, dall’epitaffio SOCIETY (1989) di Brian Yuzna, uno dei film più politici del decennio.

Avete già visto Non aprite quella porta, il primo, malatissimo filmone di Tobe Hooper? Allora guardatevi DERANGED, grottesco, folle, autenticamente disturbante, ispirato agli omicidi del serial killer Ed Gein. 

Qualcosa di contemporaneo? Se vi sono piaciuti Cabin Fever di Eli Roth e Alta Tensione di Aja puntate dritti sul duro esordio del belga Du Weltz, CALVAIRE. Un calvario.