BTO-2012Il prossimo 3 e 4 dicembre Firenze ospiterà la sesta edizione di Buy Tourism Online, manifestazione internazionale dedicata al turismo online.

Due giorni di appuntamenti e incontri su “Sharing economy, web reputation, start up turistiche e futuro delle compagnie aeree tra low cost e top class […] – si legge nel comunicato inviato ai giornali – BTO è tutto questo […] come anche il legame tra musica e turismo e tra enogastronomia e viaggi”.

Abbiamo chiesto al pratese Marco Badiani, direttore del magazine “The Florentine” e direttore artistico dell’agenzia Flod, cosa sia BTO e perché forse conviene ai pratesi non mancare all’appuntamento.

BTO è un mondo – comincia Badiani – l’oggetto è il turismo, che è uno dei motori trainanti dell’economia digitale contemporanea, ma la sostanza è che attraverso app e applicativi si riesce a gestire molte parti delle dinamiche incoming di oggi. Si parla di flussi che impattano anche sulla cultura come attrattiva per rendere più attrattivi i luoghi. Si parla di marketing territoriale e di prossimità. Ci sono incontri, tool box, veri e propri momenti di apprendimento o almeno di presa di coscienza di cosa un imprenditore del turismo dovrebbe o potrebbe usare per gestire il proprio business”.

Come hanno detto agli stati generali della cultura a Roma – prosegue – la cultura è il petrolio dell’Italia. La cultura e quindi l’arte è il nostro magnete turistico.  A Prato c’è una buona situazione ricettiva, lo dimostrano le nuove iniziative, si mangia bene e siamo a solo due o tre fermate di una metropolitana da Firenze. Firenze è un’opportunità, un volano. Non siamo in concorrenza – aggiunge – ma siamo un’ottima meta insieme a Firenze. E poi ora abbiamo tre musei. Insomma io ci vado. Sono già iscritto. Vedo gente, ascolto pensieri, mi interesso di applicazioni e soluzioni. Lo devo fare, vivo in Toscana”.

Una raccomandazione per chi ha intenzione di andare a Buy Tourism Online. “Leggete il programma dei due giorni, fate una cernita di quello che vi interessa direttamente e in più segnatevi qualcosa che sia fuori schema rispetto al vostro business (che serve come apertura mentale) – consiglia Marco Badiani –  Se si va vento e vela si rischia di non seguire nulla”.

I numeri riportati dal portale turistico della Toscana (www.turismo.intoscana.it) parlano di un interesse in crescita. Analizzando le visite relative ai primi nove mesi del 2013 contro i primi nove mesi del 2012 – dice il comunicato stampa – le visualizzazioni di pagina sono triplicate dal 2012 al 2013, nei primi 9 mesi dell’anno sono 7 mln 497mila contro le 2mln 763mila del 2012. I visitatori unici sono passati dai 900mila dei primi 9 mesi del 2012 ai 3milioni 500mila nello stesso periodo del 2013. Gli utenti sono prima di tutto italiani, seguiti da Inghilterra, Stati Uniti, Germania, Francia, Spagna, Portogallo e Brasile”.

Questo il focus sugli ospiti internazionali e gli eventi più importanti di BTO 2013.

[gview file=”http://www.pratosfera.com/wp-content/uploads/2013/11/BTO_2013_com-6.pdf”]

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.