Il video del nuovo singolo di Neffa porta la firma di un pratese: Niccolò Storai. L’illustratore di Prato, assieme a Massimimo Montigiani e allo Jumon Studio di Firenze, hanno realizzato il video della canzone “Per sognare ancora”.

Ecco il video ufficiale

“La collaborazione con Neffa – racconta Niccolò – è nata grazie all’amicizia che mi lega a Nina Zilli: Nina gli ha mostrato il mio ultimo libro dedicato a Fred Buscaglione, di cui lei cura la prefazione. A Neffa è piaciuto il mio stile e mi ha telefonato di persona per chiedermi se mi avrebbe fatto piacere curare la regia di quello che sarebbe diventato il suo nuovo singolo. Io, chiaramente, ho accettato subito”.

L’idea del video secondo Neffa. “Spesso, quando scrivo una canzone – ammette Neffa – gioco ad immaginare come potrebbe essere il video che la rappresenterà: quando ho scritto questa canzone ho immaginato un video animato e una bambina che improvvisamente si trovava a vivere un’avventura fantastica nello spazio”.
Continua il cantante commentando il risultato  finale: “Anche in questo caso tutto ha trovato una strada migliore con l’aiuto di Niccolò, che ha saputo sposare perfettamente la musica e l’animazione. Senza la sua disponibilità non sarebbe stato possibile avere questo bellissimo risultato, il mio primo video in animazione tradizionale”.

Nel video tanti omaggi. Tra gli altri anche a Miyazaki e al “Piccolo Principe” di Antoine de Saint- Exupéry: “Avevo già lavorato in animazione – ci dice l’illustratore pratese – ma questa era la prima volta da regista, lavoro che ho condiviso con Massimo Montigiani. Rispetto al fumetto e alla graphic novel l’approccio è completamente diverso: intendiamoci, sempre di disegno si parla ma è concepito con finalità e modalità che niente hanno a che vedere tra di loro”.

“Mi sembra sia stato Gipi – continua Niccolò – a dire ‘il fumetto è solitudine e concentrazione mentre il video è condivisione e organizzazione’: sono assolutamente d’accordo con ogni parola che ha scritto. ll contenuto è il medesimo, ma quando fai un fumetto ti inoltri in un viaggio bellissimo, affascinante ma sei da solo, quando invece ti dedichi all’animazione è come organizzare una bella passeggiata con amici con cui condividi molte passioni; in quei casi le chiacchiere e le idee vengono fuori come funghi! In questo caso il lavoro è stato condiviso con Massimo, Alessio Giurintano all’animazione e tutto lo Jumon Studio: è stata una bellissima passeggiata”.

Un’esperienza davvero stimolante, per Niccolò Storai: “Un doveroso grazie va a Nina Zilli, per aver dato il via a tutto, a Franco Godi, produttore di Neffa, per i preziosi consigli ed incoraggiamenti ed ovviamente a Giovanni Pellino in arte Neffa per averci dato carta bianca ed essere sempre stato presente e propositivo quando abbiamo avuto bisogno di lui”.

Progetti futuri per Niccolò? “In questo momento sto lavorando per un’azienda di Prato, per la quale sto disegnando una linea di magliette con i miei disegni più personali, quelli che chiamo i ‘Grafonirici’. Entro fine mese inizierò il mio nuovo libro scritto da Giuliano Ramella. Un’anticipazione: parlerà di Samurai”.