Di alcuni nemmeno ci ricordavamo l’esistenza, tanti altri hanno anche vinto il Festival e molti sicuramente ce ne siamo dimenticati (un motivo ci sarà): eccoli, in ordine cronologico. I “grandi caduti” sul palco dell’Ariston (o anche del Casinò, quando ancora la kermesse si svolgeva lì). A loro i nostri più cari auguri.

Franco Tozzi
Fratello del più fortunato Umberto, ha partecipato a ben due edizioni del Festival. Ve lo ricordate voi?

Mario Tessuto
E’ quello di Lisa dagli occhi blu, faceva parte del Clan di Celentano, ha partecipato al Sanremo 1970 con la celebre Tipitipiti.

Piero Cotto
Chiamato anche il Barry White italiano (guardate le foto, identico), partecipò all’edizione del 1975, dai critici definita l’edizione peggiore di sempre.

Mino Vergnaghi
Se vi dicessi che questa canzone ha vinto il sanremo del 1979? Non so che dirvi di più.

Tiziana Rivale
Anche lei fa parte del club di quelli che “ne hanno vinto uno e poi si son persi”: la sua canzone era “Sarà quel che sarà”. Correva l’anno 1983.

Gruppo Italiano
Un pezzo che ancora si balla nelle discoteche, domandandosi mentre si sballetta: “ma questa di chi è?”. Ecco, adesso lo sapete. Era il Sanremo del 1984

Lena Biolcati
Lei è parente Milva, ha vinto anche nella categorie nuove proposte. Poi l’oblio.

Aleandro Baldi
Dove è finito Aleandro Baldi? Dove è finito? Aleandro Baldi? Non ho altro da dire.

Barbara Cola
La canzone con la quale si esibì era con Morandi. Lui non è sparito, lei non si sapeva chi fosse prima, non si è mai saputo cosa ha fatto dopo.

Jalisse
Loro solo il simbolo di tutti gli artisti “caduti” sul palco di Sanremo. I militi ignoti dell’Ariston.

Jenny B
Lei doveva essere la “nuova Italia”, la prima ragazza di colore che vinceva Sanremo. Devo dire altro?

Gazosa
Hanno partecipato due volte a Sanremo, due volte. Hanno pure vinto. L’anno scorso la cantante è riapparsa alle selezioni di The Voice. Amarezza.

Mario Rosini
Mario Rosini, chi?

Maria Nazionale
Lei ve la ricordate ancora, ma solo perché ha partecipato l’anno scorso. Il prossimo anno ne riparliamo