Il Ragnarok, la caduta degli dei nordici, non è da prendere alla leggera: secondo le leggende, infatti, il mondo avrebbe dovuto finire il 22 febbraio 2014. Siamo ancora tutti qui, ma vediamo cosa racconta il mito.

Sol e Mani vengono divorati

Partiamo con ordine: prima del Ragnarok dovremmo aspettarci un inverno durissimo della durata di ben tre anni, cui seguirà un escalation di violenza tale che i legami familiari non avranno più alcuna importanza e intere famiglie scompariranno in un letterale bagno di sangue. A questo lieto evento seguirà la scomparsa di Sol e Mani, Sole e Luna, finalmente divorati da Skoll e Hati, i due lupi che perennemente li inseguono in cielo; le stelle si spegneranno, probabilmente per solidarietà, e Yggdrasill, l’albero del mondo, inizierà a scuotersi provocando ogni genere di catastrofe naturale.

Ed è qui che entrano in gioco gli dei.

Loki

Loki, dio dell’astuzia e dell’inganno, giace da secoli incatenato sotto terra, costretto a subire l’eterna agonia del veleno di un serpente che gli cola sul viso: il Ragnarok coincide col momento in cui Loki spezzerà le sue catene, portando in battaglia contro gli Aesir gli dei di Asgard, un esercito formato dagli Jotun, i giganti di ghiaccio, i morti che non hanno avuto accesso al Valhalla (e qui gioca in casa: sua figlia Hel è la regina del regno dei morti), e i suoi figli Fenrir, un gigantesco lupo, e Jormungand, il serpente del mondo: un enorme drago marino che vivrebbe nelle profondità degli abissi terrestri. L’esercito di Loki distruggerà il Bifrost, il ponte dell’arcobaleno che permette gli spostamenti da Asgard agli altri mondi, e si sconterà con quello degli dei.

Odino, come rivelatogli da una profezia, cadrà vittima di Fenrir, che morirà a sua volta in battaglia, mentre Thor riuscirà a uccidere Jormungand. Fatti nove passi, però, anche il dio del tuono andrà incontro alla morte. Loki e Heimdallr, il guardiano del Bifrost, si uccideranno a vicenda in duello. Il mito vuole che dopo quest’ultima battaglia Surtr, il gigante del fuoco proveniente da Muspellsheimr, darà fuoco al

Thor combatte Jormungand
Thor combatte Jormungand

mondo con la sua spada di fiamme.

Midgard, la Terra, risorgerà dalle sue ceneri: i figli di Odino e i figli di Thor erediteranno i poteri dei padri, mentre Balder e suo fratello torneranno da Hel. L’umanità sarà rigenerata da Lif e Lifprasir, scampati al disastro nascondendosi nel bosco di Hoddmimir.

Per ora, l’abbiamo scampata.

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.