A Officina Giovani il secondo studio della compagnia “Prospettiva Capaneo”, formata da ex alunni della scuola del Teatro Metastasio, sul testo di Georg Büchner dal titolo “Leonce e Lena”. Concluso il percorso formativo del teatro pratese, i ragazzi da ottobre dell’anno scorso stanno lavorando a questo progetto di ricerca, che debutterà nella sua versione definitiva il prossimo giugno.

Quello che andrà in scena mercoledì 14 maggio, alle 21.30, Officina Giovani per la rassegna “On Stage Teatro”, quindi è solo uno studio su quello che sarà lo spettacolo.  La rappresentazione è basata sull’opera, datata 1836, di Georg Büchner, “Leonce e Lena”: principe lui, principessa lei, Leonce e Lena fuggono separatamente (non essendosi mai visti) prima del loro matrimonio concordato. Si incontrano e innamorano per caso, per poi decidere di tornare al proprio destino, inconsapevoli di essere uno il promesso sposo dell’altra. Una volta svelato il gioco delle parti, arriva l’atteso matrimonio.

“Uno studio sull’uomo moderno – commenta il giovane regista Matteo Cecchini – affannato nel cercare un significato alla propria esistenza. Una ricerca che lo porta a darsi regole inutili, costruendosi castelli di sabbia, acquistando oggetti solo per cercare un senso alla propria vita, facendo ulteriormente perdere il significato a tutto. Leonce perpetra la sua ricerca di significato, ma finisce inutilmente nella convenzione”.

Lo spettacolo è ad ingresso gratuito.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.