MERCOLEDI’ 18

Lizard Park: C’è rumore nella zona con Surgical beat bros+Nausea Or Questra+H&M

Le tre etichette indipendenti più rumorose della zona (FromScratch records, Santa Valvola e Dio Drone) si presentano graziosamente al Lizard Park, pronte a farvi aggrovigliare i capelli a modino. I Nausea si portano dietro la loro Or Questra e, fra violoncelli e farfise, offrono uno spettacolo di inusitata cattiveria, i Surgical Beat Bros sono due, e fondono i Mombu e i Gemanotta Youth…non che da un’unione simile ci si possa aspettare altro che sparate elettriche. Gli H&M vi odiano. Andate lisci.

GIOVEDI’ 19

Palazzo Pretorio: Everybody’s song

Irene Giuliani, Pierluigi Barili e Giannicola Spezzigo con le migliori canzoni jazz di ogni tempo.

La Sbirrata di Schignano: Blebla

Hip hop e frescura in quel di Schignano: la notte hip hop delle colline pratesi vede salire Blebla sul palco. Ah, e poi ci sono le salsicce. E la birra.

VENERDI’ 20

No Cage: End of season+VIJ+Dio Drone Conspiracy

Il No Cage sfida il caldo (oddio, da ultimo nemmeno troppo) fra post hardcore, sludge e drone. Dalle 20 cena a buffet a 12 euro, dalle 22 contributo di 3 euro (che per tre gruppi non è poi così tanto, dai).

Lizard Park: Duck Dive

Beat e surf per ricordarvi che altri sono al mare e voi no.

SABATO 21

La Sbirrata di Schignano: Apple Party&The First Ladies

Avete presente gli anni ’50? Si, quelli con i pois, la messa in piega, il rossetto rosso spippollente…quelli! Questi ragazzi (prima conosciuti come Apple Juice&Le Sbarelline) li riportano in auge senza problema alcuno…e anche con un certo stile.

DOMENICA 22

Biblioteca Lazzerini: Landesjugendorchester Hamburg

Una delle più antiche orchestre giovanili tedesche, diretta dal maestro Fausto Fungaroli dal 2009, arriva a Prato con l’Ouverture delle Nozze di Figaro di mOZART, l’idillio di Sigfido di Wagner e la Sinfonia n. 7 di Beethoven.

LUNEDI’ 23

Biblioteca lazzerini, Corte delle Sculture: Renato Cantini&Michele Staino in Ipnotize

Jazz, elettronica, noise, classica, rock e tributi inediti al maestro Abbado. Vi sembra troppo? Secondo me ce la fanno.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.