Cos’è una produzione originale? Qualcosa che non si è mai visto prima, un progetto unico e spesso irripetibile. Formula che il Festival delle Colline ha sempre privilegiato. E che segna il debutto di questa edizione 2014, mercoledì 9 luglio alla Villa Medicea di Poggio a Caiano con Colline All Stars feat. Gianluca Petrella (biglietto 8 euro): progetto che lega i giovani talenti della Scuola di Musica Ottava Nota di Poggio a Caiano ad acclamate star del jazz quali il pianista/tastierista Franco Santarnecchi, la vocalist Titta Nesti, Stefano Tamborrino alla batteria, Marco Cattarossi al basso e Tommaso Macelloni alla chitarra. Tra tradizione e presente, standard e divagazioni pop. A guidare il combo è il fuoriclasse internazionale del trombone Gianluca Petrella.

Non sparate sui talent! Almeno non prima di aver ascoltato Heidi Browne, cantautrice inglese in prima nazionale martedì 15 luglio alla Chiesa di Bonistallo di Poggio a Caiano (biglietto 5 euro), dopo aver trionfato al contest Open Mic UK. Il suo folk tagliente e la sua voce immacolata hanno solide basi. E’ in dirittura d’arrivo il secondo album. Di cui concederà qualche anticipazione.

Giovedì 17 luglio alla Villa Il Mulinaccio di Vaiano (biglietto 8 euro) si rinnova la collaborazione con l’Orchestra della Toscana. Sul podio sale Matteo Beltrami, mentre il ruolo di solista è affidato alla tromba di Donato De Sena. Programma ben calibrato tra due figure preminenti del classicismo, Mozart e Hydn.

Metti insieme una delle voci più ispirate del cantautorato italiano e la prima orchestra tricolore di ukulele. Il risultato è “Maledetto colui che è solo”, album-progetto che segna l’incontro tra Mauro Ermanno Giovanardi e i Sinfonico Honolulu, in concerto martedì 22 luglio alla Villa Giamari di Montemurlo (biglietto 5 euro).

Doppio appuntamento giovedì 24 luglio: all’Anfiteatro del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci (biglietto 8 euro – nell’ambito di Prato Estate 2014) il Trio Servillo, Girotto, Mangalavite presenta il progetto “Fútbol” ispirato ai racconti di Osvaldo Soriano: storie di vita, d’amore e di pallone. In contemporanea, per le vie di Poggio a Caiano, scorre tutta l’energia dei Funk Off, marchin’ band capitanata da Dario Cecchini che unisce il groove della black music ad arrangiamenti di tipo jazzistico.

Effervescente e onnivora vocalist svizzero-ghanese, classe ’78, Joy Frempong, in arte OY, è ormai una star internazionale. Esploratrice delle tradizioni africane, OY trasporta con leggerezza le sue radici nell’universo dell’elettronica e delle sonorità contemporanee: lunedì 28 luglio alla Corte delle Sculture della Biblioteca Lazzerini di Prato (biglietto 5 euro – nell’ambito di Prato Estate 2014).

Da artista a artista, da livornese a livornese. “Ciampi ve lo faccio vedere io” è la produzione originale del Festival delle Colline che chiude questa edizione 2014, mercoledì 30 luglio alla Rocca di Carmignano (biglietto 8 euro). Per la prima volta uno spettacolo di Bobo Rondelli tutto dedicato a Piero Ciampi, illustre concittadino, artista maledetto ma soprattutto alfiere di quel cantautorato poetico e spiazzante che agitò gli animi del post neorealismo italiano.

Inizio spettacoli ore 21,30 (ad eccezione del Trio Servillo, Girotto, Mangalavite, ore 21). Visti i prezzi contenuti, i biglietti non saranno disponibili attraverso i circuiti di prevendita. Sarà possibile prenotarli al numero 0574 / 531828 o via mail a [email protected] e ritirarli la sera stessa degli spettacoli, senza aggravio di spesa.

La trentacinquesima edizione del Festival delle Colline è organizzata dal Comune di Poggio a Caiano e Regione Toscana in collaborazione con i Comuni di Prato, Carmignano, Montemurlo e Vaiano. Con il contributo di Estra S.p.A Prato, A.S.M S.p.A. Prat, Consiag S.p.A. Prato e Publiacqua. Direzione artistica di Silvia Bacci per Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci.

22 Commenti

  1. The Ships’s Voyages

    I think technological innovation just makes it worse. Now there’s a channel to under no circumstances care, now there will not become a probability for them to find.

  2. The Absent Game

    Among me and my husband we’ve owned additional MP3 players over the years than I can count, including Sansas, iRivers, iPods (common & touch), the Ibiza Rhapsody, etc. But, the last few many years I’ve settled down to one line of gamers.

  3. The Birch of the Shadow

    I feel there may perhaps be considered a handful of duplicates, but an exceedingly helpful listing! I’ve tweeted this. Lots of thanks for sharing!

  4. Woman of Alien

    Great do the job you’ve accomplished, this great site is admittedly cool with wonderful details. Time is God’s strategy for holding every little thing from happening at the same time.

  5. The Absent Game

    Involving me and my husband we’ve owned far more MP3 gamers through the years than I can count, which includes Sansas, iRivers, iPods (typical & touch), the Ibiza Rhapsody, etc. But, the last few ages I’ve settled down to one line of gamers.

  6. The Birch of the Shadow

    I believe there may perhaps be considered a several duplicates, but an exceedingly helpful list! I’ve tweeted this. Lots of thanks for sharing!

  7. The Ships’s Voyages

    I believe technologies just makes it even worse. Now there is a channel to under no circumstances care, now there will not likely be considered a chance for them to discover.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.