LE ORIGINI DEL MALE non è un documentario scandalo su Mediaset sponsorizzato da Travaglio, ma il classico film horror che arriva d’Estate, metà mockumentary alla Paranormal Activity (produce il regista), metà Poltergeist, metà  film demoniaco di zompi come quelli che escono una settimana sì una no al cinema. Fanno tre metà. Difficile trovare originalità in un prodotto del genere. Zompi? Qualcuno.

INSIEME PER FORZA non è un film politico sull’asse Renzi-Berlusconi caldeggiato da Travaglio, ma l’ennesima commedia con Adam Sandler, che continua a spopolare in America e ad arrivare in Italia nel momento di minima affluenza al cinema. Ambientato in un resort sud africano è il racconto della coabitazione forzata che finisce in amore di Sandler con una Drew Barrymore altrettanto antipatica. Non che uno si aspettasse Ubriaco d’Amore 2, ma siamo su livelli bassissimi.

BABYSITTING non è – purtroppo – un film porno di Salieri anni 90, ma una variante francese di Project X, che resta comunque uno dei film in POV (in soggettiva) più divertenti degli ultimi anni. Un impiegato accetta di fare da baby-sitter alla prole del suo capo, salvo vedere la casa di questo invaso da una festa mostruosa organizzata dagli amici per il compleanno. Pure qui originalità zero e il fastidioso senso di dejavu, ma almeno al posto dei mostri c’è pieno di gnocca – a cominciare dalla protagonista, Alice David, da tenere d’occhio.

THE BEST MAN HOLIDAY è un film all black diretto dal cugino di Spike Lee – il nepotismo esiste anche oltreoceano, consoliamoci. Ed è un film natalizio che arriva in pieno luglio e ciò basterebbe a sancirne l’inutilità.

COME FARE SOLDI VENDENDO DROGA è un interessante ed ironico, ruffianetto documentario sul business della droga in America. Ed è comunque il film migliore del lot(t)o.