Sarà l’incontro fra il linguaggio classico e quello del jazz ad aprire le celebrazioni della “Madonna della Fiera”. Anche quest’anno la cerimonia inizierà la sera del 7 settembre, alle 21.30, con la riproposizione di un concerto sinfonico in piazza Duomo a cura della Camerata Strumentale “Città di Prato”: un’edizione speciale dell’ormai tradizionale ed emozionante appuntamento artistico, organizzato dal Comune di Prato e dalla Camerata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato.

A intrattenere il pubblico presente – circa 3mila i posti disponibili, fra tribune e sedie -, le note dei musicisti, accompagnati per l’occasione dal pianista sestese Alessandro Lanzoni, giovane artista jazz emergente. Il programma del concerto prevede l’esecuzione della celebre “Rhapsody in Blue” di George Gershwin oltre a pagine sinfoniche da “West Side Story” e da “Candide” di Leonard Bernstein, una delle principali figure della musica americana del Novecento.

Visto il successo dello scorso anno, con una ottimizzazione acustica che ha riscosso grande apprezzamento, la collocazione del palco e dei posti a sedere resterà invariata: la sistemazione del parterre sarà infatti “ad anfiteatro” – con il palcoscenico davanti a Palazzo Vescovile – per dare inoltre la possibilità ai cittadini di assistere all’arrivo del Corteggio Storico e a tutta la cerimonia di Ostensione per la Festa dell’8 settembre. L’ingresso alla manifestazione è libero fino a esaurimento posti.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.