Venerdì 28 e Sabato 29 novembre, torna Videominuto, lo storico Festival internazionale di video da 1 minuto organizzato da Controradio e Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci in collaborazione con l’associazione GravComune di Prato eRegione Toscana.

La 22.a edizione di Videominuto torna con La Notte del Minuto, serata nella quale saranno  presentati i finalisti dei due Concorsi, il“1000 euro per 1 minuto” a tema libero e “le periferie da rammendare: denunce inascoltate e sogni realizzati, fra urbanistica e nuove socialità”, argomento di bruciante attualità, divenuto cronaca negli ultimi giorni con gli episodi di intolleranza nei quartieri periferici di Roma e di  Milano.

Il tema delle “periferie da rammendare”, sul quale è stato chiesto agli autori di cimentarsi, nasce dall’analisi di Renzo Piano, architetto di fama internazionale, che ha evidenziato il fatto che “il 90% della popolazione mondiale delle città vive in periferia, quartieri molto popolati spesso lasciati al loro destino di degrado e di mancanza di identità. Occorre ripensare le città sempre più “non luoghi”, dove insistono grandi centri commerciali, aree abbandonate, palazzi fatiscenti, mentre chi vi abita è spesso portatore di grande energia umana”.

Negli ultimi anni si è assistito ad un grande fermento di fenomeni partecipativi: comitati cittadini per la cura di parchi, azioni di auto-aiuto (asili di condominio, assistenza agli anziani etc), orti sociali e attività artistiche in spazi recuperati. Azioni di contrasto di un grande deserto affettivo che la periferia sembra offrire. Questo il tema sul quale si sono cimentati  gli autori  dei 20 video finalisti che vedremo durante la Notte del Minutosabato 29 novembre al Politeama Pratese (via Garibaldi, 33 – Prato. ore 21.00 Ingresso 10 euro, gratuito soci Controradio Club).
Durante la serata ci sarà anche la proiezione del concorso a tema libero con 40 video finalisti.

Davide Barbafiera Federico Borghesi, vincitori lo scorso anno del primo premio con “Onestà Intellettuale”, presentano “Amaretti, dialoghi sulla periferia”, una serie di dialoghi  ironici e surreali fra i due autori, che la periferia la vivono e raccontano quotidianamente. Ospite speciale della serata, Simone Lecca, regista del video “SCIO’ ”, vincitore del Videominuto 2000, che ci accompagnerà in una carrellata dei suoi ultimi esilaranti lavori.

Chiuderà la serata la premiazione dei vincitori giudicati da esperti del settore e da alcuni spettatori scelti fra il pubblico presente.
Il tema delle periferie da rammendare sarà al centro di un interessante incontro pubblico/talk show (in diretta radiofonica su Controradio Fm 93.6 – 98.9 e in streaming su www.controradio.it) che si svolgerà venerdì 28 novembre alle 21.30 nei nuovi spazi del Centro Pecci (viale della Repubblica, 277  Prato – ingresso libero).

La serata sarà anche la prima uscita pubblica del progetto G124 di Renzo Piano appena concluso, dopo l’anteprima che si sarà svolta al Senato il giorno precedente, alla presenza dello stesso Piano e del Presidente Pietro Grasso. Nel gruppo G124 hanno lavorato sei giovani architetti coordinati da Renzo Piano e da alcuni tutor del progetto : architetti, ingegneri, sociologi e psicologi che, volontariamente, hanno seguito progetti di intervento sulle zone disagiate. Il gruppo G124 ha lavorato su diversi temi che riguardano le periferie: l’adeguamento energetico, il consolidamento e il restauro degli edifici pubblici, i luoghi d’aggregazione, la funzione del verde, il trasporto pubblico e i processi partecipativi per coinvolgere gli abitanti nella riqualificazione del quartiere dove vivono.

Uno dei tutor, l’architetto Massimo Alvisi ed uno degli archittti del progetto, Eloisa Susanna, saranno presenti al Centro Pecci per raccontare questa interessante esperienza, confrontandosi con  con Simone Mangani, assessore alla Cultura e Valerio Barberis, assessore all’Urbanistica del Comune di Prato, Massimo Bressan, antropologo ed economista, Angelo Formichella e Stefano Pezzato del Centro Pecci.
L’incontro sarà coordinato da Marco Brizzi ed Andrea Mi.
L’incontro sarà preceduto dalla proiezione della selezione video “Architettura sull’orlo della città”, curato da Image, e da un trailer sul progetto G124 dal titolo “Sotto il viadotto”.

Sempre venerdì 28, alle 18.00 ci sarà la proiezione completa delle selezioni  del One World One Minute network,con video provenienti da Brasile, Croazia, Russia, Olanda e Armenia.

Alle 20.45 la visita guidata ai nuovi spazi espositivi del Centro Pecci.

Videominuto si conferma anche per il 2014 come un appuntamento annuale con centinaia di video-opere provenienti dall’Italia e da tutto il mondo. Una rassegna internazionale per spettatori curiosi che assistono ogni anno numerosi alle proiezioni dei minuti, partecipando in maniera attiva. Videominuto mantiene dunque la sua formula POP (popolare), cercando al tempo stesso di stimolare nello spettatore sempre nuovi elementi di riflessione e interazione che ne hanno decretato il successo nelle sue 22 edizioni.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.