Comincia giovedì 29 gennaio la ventesima edizione del Metastasio Jazz a cura di Stefano Zenni. Il concerto augurale sarà “Rava on the road”, cui si deve aggiungere la mostra fotografica “Uno scatto con Duke”.

Rava on the road

Alle 21, sul palco del teatro Politeama Pratese, salirà il quintetto del grande trombettista formato, appunto, dalla tromba di Enrico Rava, da Roberto Cecchetto alla chitarra, da Giovanni Guidi al pianoforte, da Stefano Senni al contrabbasso e da Zeno De Rossi alla batteria, insieme alla Camerata Strumentale Città di Prato, per un viaggio musicale ispirato al libro di Jack Kerouac. La direzione sarà affidata a Paolo Silvestri su musiche di Enrico Rava e Paolo Silvestri.

“Rava on the Road”, si legge nella nota stampa, si ispira al capolavoro di Kerauc, un libro che non è solo un diario di viaggio, ma è soprattutto la testimonianza di una generazione inquieta che aveva fatto del jazz il riferimento per la propria ansia di libertà, per la rottura delle regole, per la ricerca di un senso diverso
della vita.

Anni fa Enrico Rava aveva pensato di attingere a quel libro per la composizione di una suite per gruppo jazz e orchestra sinfonica. Quell’idea era stata condivisa con il compositore e direttore d’orchestra Paolo Silvestri. La musica che ne risultò fu provata e registrata ma non raggiunse mai una piena realizzazione:
rimase per anni un progetto incompiuto e in sospeso.

Nel 2013 Stefano Zenni, su suggerimento proprio di Silvestri, ha ripreso quell’idea e l’ha trasformata in realtà per il concerto d’apertura del /Torino Jazz Festival 2013/, tenutosi in Piazza Castello con l’Orchestra del Teatro
Regio diretta da Silvestri. Il concerto di Prato, che celebra il ventennale di Metastasio Jazz, riprende quella produzione ma con un nuovo significato culturale e istituzionale: la prima, storica collaborazione tra Fondazione Teatro Metastasio e la Camerata Strumentale Città di Prato. Un evento nell’evento.

Uno scatto con Duke

Alle 19 (ingresso libero) nel foyer del Teatro Metastasio inaugurazione con aperitivo della mostra “Uno scatto con
Duke. Fotografie e materiali storici del jazz al Metastasio, 1967-1972” a cura di Stefano Zenni.

In mostra un’ampia esposizione di materiali storici del jazz: una selezione di fotografie e documenti, tra cui manifesti, piante del teatro, lettere, contratti, memorabilia e curiosità di ogni genere, molti dei quali non sono mai stati mostrati al pubblico. La mostra sarà visitabile dal 29 gennaio al 23 febbraio 2015 (a ingresso libero) tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19 e durante l’apertura del teatro per i concerti.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.