Il Goya 2015, l’Oscar spagnolo, parla un po’ italiano e soprattutto pratese. Dopo la selezione del proprio corto tra i candidati, il regista pratese Giovanni Maccelli (classe 1977) vince con il suo “Juan y la nube” il premio per il miglior corto d’animazione.

L’annuncio è stato dato ieri sera, durante la serata ufficiale che ha visto trionfare, con dieci premi, il film “La isla minima” del regista Alberto Rodriguez.

Questo il trailer di “Juan y la nube“, che è l’adattamento di una favola spagnola della scrittrice Susana López Rubio. “Juan – si legge nella presentazione – è un bambino senza amici. La Nuvola è una nuvola senza amiche nuvole. Si incontrano e diventano grandi amici. Ma Juan cresce e si perde nel mondo grigio degli adulti. Il valore dell’amicizia contro l’alienazione delle grandi città; la bellezza della natura contro la contaminazione dei paesaggi industriali; il gioco infantile, che unisce mondi reali e immaginari, contro il conformismo e lo stordimento generato dal consumismo”.

“Juan y la nube” è stato prodotto dallo stesso Maccelli insieme alla compagna Carlota Coronado per la “Zampanò Producciones“. Realizzato in stop motion, il cortometraggio è stato reso possibile da una campagna di crowdfunding con la quale sono stati raccolti più di diecimila euro.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.