Quando compriamo un prodotto, sia esso un macchinario, un elettrodomestico, uno smartphone o un intero impianto, troviamo sempre a corredo un libretto delle istruzioni, un manuale, delle specifiche tecniche. Senza, e senza la precisione e la chiarezza con cui questi documenti sono redatti, non riusciremmo a comprendere tutte le caratteristiche di quello che abbiamo appena acquistato. Lo stesso si può dire di telai, prototipi, software, interi processi meccanici e così via.

Presidente_Tiziana_Sicilia
Tiziana Sicilia

Questa, riassumendo a grandi linee, è la cosiddetta comunicazione tecnica, che in Italia ruota intorno all’associazione professionale “Com&Tec” (associazione italiana per la comunicazione tecnica). Un’associazione che annovera tra le proprie fila aziende che producono documentazione tecnica, aziende che affidano la loro documentazione a società esterne, redattori, impaginatori, grafici, traduttori e che da poco, appena qualche giorno, ha trovato a Prato la propria presidenza.

Tiziana Sicilia, titolare di Tesom, è stata infatti eletta presidente della Com&Tec lo scorso 17 aprile dopo aver ricoperto negli anni scorsi il ruolo di vicepresidente. “Le imprese, tutte e a prescindere dalle dimensioni – spiega – devono tenere in considerazione questo aspetto essenziale e strategico per il loro sviluppo e il loro posizionamento sui mercati. A livello europeo si registra un’attenzione altissima alla comunicazione tecnica e un interesse sempre maggiore per una documentazione efficace, chiara e mirata perché i risultati di visibilità ma anche di effettivo rientro economico sono essenziali. In Italia la situazione è piuttosto varia – aggiunge – esistono realtà molto avanti, altre che cominciano ad interessare e altre ancora che ignorano completamente l’efficacia e i benefici che potrebbero scaturire se accompagnassero i loro prodotti con un buona documentazione tecnica”.

La “Com&Tec” è da tempo attiva nella sensibilizzazione degli imprenditori, delle aziende e degli enti su questo tema attraverso eventi, progetti e collaborazioni. Con la nuova presidenza,  si appresta ad avviare il percorso per il riconoscimento della professione del Comunicatore Tecnico e l’attivazione di formazione finanziata per gli associati.

ARTICOLO SPONSORIZZATO BUONO

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.