Questa ė la storia di un’idea vincente, di un gruppo di giovani cervelli per una volta non in fuga, di imprenditori e istituzioni che ci hanno creduto. Tutto nasce in un garage, come da copione. Un computer, tre sedie e un progetto rivoluzionario che aleggia nell’aria: “i nostri concerti saranno a ingresso gratuito”.

Questa ė la storia del Reality Bites Festival!

Che per il sesto anno consecutivo porta il suo know-how sonoro al servizio della Sagra della Zuppa di Massarella, la prima rassegna a credere in una sfida tanto ardita oltre che un’istituzione conviviale che da oltre 40 anni resiste al logorio della vita moderna.

Appuntamento da venerdì 10 a domenica 19 luglio nel cuore del padule di Fucecchio – tra Pisa e Firenze – nella frazione di Massarella: tra gli ospiti merce pregiata come Righeira e Claudio Simonetti’s Goblin, l’alt-rock roccioso dei Fast animals & the Slowkids, il duo da esportazione M+A, il delicato song-writing di Levante e Dimartino.

Il Festival si apre con una finestra affacciata sui ‘70 perché, come dice il Ceo Leonardo Giacomelli, “se ho ancora la radiosveglia un motivo ci sarà”. Pionieri del prog-rock italiano, passati alla storia per la colonna sonora di “Profondo rosso” i Goblin di Claudio Simonetti riaffiorano venerdì 10 luglio sul palco del Reality Bites Festival per una serata di “musiche de paura”.

Fast Animals And Slow Kids è l’alt-band italiana di cui tutti parlano. Muse? Zen Circus, Il Teatro degli Orrori, Futureheads… Per dirne tre. Tutte band con cui il gruppo perugino ha condiviso esperienze live. Adesso è il momento di “Alaska” il nuovo disco: chitarre rocciose, beat dilatati, voce aggressiva e graffiante. Abili e arruolati, sabato 11 insieme ai Drink to Me.

Conoscete molte band italiane che hanno ricevuto un invito per il Glastonbury Festival? Gli M+A ci sono riusciti. E ci sarà un motivo se l’etichetta londinese Monotreme Records li ha accolti nella propria scuderia, per non dire del gran seguito di pubblico e delle recensioni inanellate ad ogni latitudine (il Guardian li ha eletti “band of the week”). Tra un volo e l’altro il tour 2015 ferma domenica 12 luglio at Segrei of Zuppha. Li guida la costellazione elettronica di Royksopp & Kings of Convenience. Dividono il palco con Be Forest.

Il secondo week-end targato Reality Bites Festival parte sabato 18 luglio e, reggetevi forte, ad accogliervi ci sono i sempreverdi Righeira, gli ineffabili fratellini che negli ’80 ci hanno sollazzato con tormentoni quali “Vamos a la playa” “No tengo dinero”, “L’estate sta finendo” e altre perle da spiaggia. A supportarli la Smokout Band.

La serata di chiusura, domenica 19, è nel segno della nuova canzone d’autore italiana. Quella raffinata e colta dei siciliani Levante e Dimartino, per capirsi. Il sipario cala sulle note dei fiorentini Telestar, che dopo esordi pop/rock navigano di bolina verso marosi folk.

E poi, tra gli eventi clou della Sagra della Zuppa imperdibile la “Serata Massigiana” di giovedì 16 luglio e il ritorno del Gran Varietà, spettacolone di musica, ballo, magia e showman, venerdì 17. That’s all folks!

“L’Italia ha un grande potenziale – spiega Giacomelli – ce la possiamo fare”.

zuppa 02LA SAGRA DELLA ZUPPA – La Sagra della Zuppa risale al 1971 quando alcuni giovani massigiani si riunirono nel Gruppo Spontaneo di Iniziativa sotto la guida di Don Duilio Rogaziani con lo scopo di creare una manifestazione che rivitalizzasse il millenario paese di Massarella. Puntare sulla Zuppa non fu una scelta casuale: era e rimane un tipico piatto toscano che trae origine dalle famiglie contadine e Massarella, sita sulle dolci colline delle Cerbaie affacciata sulla piana del Padule di Fucecchio, aveva profonde radici nella coltivazione della terra e del padule.

La Sagra si teneva in origine in settembre per la festa della Madonna, Patrona di Massarella. Le prime edizioni si svolsero nel solo giorno della domenica e la Zuppa veniva distribuita nel pomeriggio nella piazza sottostante la Chiesa Millenaria, nello stesso giorno si svolgevano giochi antichi tra massigiani e suonavono orchestrine di piazza.

zuppaAlla Sagra della Zuppa si sono esibiti Silvan, Sabani, Panariello, Carlo Conti, Leonardo Pieraccioni, Wilma Goich, Walter Santillo, Gigi e Andrea, Giucas Casella, gli Stadio, Umberto Tozzi, Jerry Calà, Donatella Rettore, Dik Dik, Maurizio Vandelli, Camaleonti, New Trolls, Homo Sapiens, Paolo Ruffini, la PFM (due volte), Nada, Franco Califano, fino ad arrivare agli ultimi anni dove è stata intrapresa una nuova linea artistica promuovendo il Reality Bites Festival in collaborazione con la:limonaia club di Fucecchio.

Lo scopo della nuova linea artistica è abbattere gli steccati che a lungo hanno confinato artisti e generi musicali nelle rispettive riserve. Per dimostrare che passato e presente convivono a meraviglia, che scene alternative e mamme col passeggino hanno le loro affinità. E che anche il più bohemien dei cantautori davanti a un piatto di zuppa…

A proposito: alla Sagra della Zuppa non si mangia solo la zuppa (che dalle nostre parti sarebbe la minestra di pane). Ci sono splendide grigliate, tortelli e specialità toscane e altre leccornie preparate amorevolmente dalla cuoche (mamme, babbi, nonne e nonni) di Massarella.

Programma Sagra della Zuppa 2015

Venerdì 10 luglio 2015
CLAUDIO SIMONETTI’S GOBLIN
+DJ Set

Sabato 11 luglio 2015
FAST ANIMALS AND THE SLOWKIDS
Drink To Me
+DJ Set

Domenica 12 luglio 2015
M+A
Be Forest
DJ Set

Giovedì 16 luglio 2015
Serata Massigiana

Venerdì 17 luglio 2015
GRAN VARIETÀ, IL RITORNO!
Spettacolo di musica, ballo, magia e showman

Sabato 18 luglio 2015
RIGHEIRA
Smokout band
+ Aftershow DJ Set:
“Bolle Di Sapone.. Club 80s Party”

Domenica 19 luglio 2015
LEVANTE
DIMARTINO
Telestar

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.