“Buonasera, vorrei farvi i complimenti per il vostro locale: sono Gianmarco Tognazzi”. E’ andata più o meno così la telefonata che ha ricevuto Roberto Tomberli, proprietario del lounge bar “Amici Miei” in via Verdi 28, dedicato al film di Monicelli.

Da lì, l’incontro e la nascita della collaborazione con la Tognazza Amata, la marchio ideato negli anni dal padre Ugo, o sarebbe meglio chiamarlo in questo caso, il conte Raffaello Mascetti. “Lascio immaginare l’emozione e l’onore per noi di poter conoscere Gianmarco – racconta Tomberli -. Siamo andati a Roma per conoscerci e immaginare una collaborazione, tra un aneddoto dal film, una supercazzola e un brindisi: abbiamo riportato a casa tante bottiglie perché, come ci ha detto lui ‘in un locale dedicato a questo film ci devono essere per forza i vini creati da Ugo’”.

Ecco che da qualche giorno nel locale si possono ordinare il Tapioco, che è il bianco e l’Antani sirah, mentre a breve arriverà anche il Merlot della cantina dei Tognazzi. Non solo: l’attore sarà ospite del locale pratese per una serata di degustazione dei vini della Tognazza Amata, il prossimo novembre.

“Amici miei” ha aperto lo scorso 8 settembre e ha riscosso molto successo per l’idea del locale e la qualità dei prodotti che propone: “l’idea del nome è venuta da molti fattori, primo su tutti l’amore che ho per questo capolavoro del cinema italiano, l’ammirazione nei confronti dell’amicizia tra i protagonisti, che va oltre i problemi dei singoli, che con una semplice zingarata rimettono a posto le cose e dimenticano per un po’ le sofferenze. E poi a un soprannome che mi porto dietro da anni: Conte Mascetti, in quanto spendaccione e amante della bella vita”.

“Amici miei” propone una vasta scelta di cocktail e vini da degustare e un aperitivo con ampio e variegato buffet a 7 euro (bevuta compresa). Ogni sera e cocktail a 4 euro dalle 23 a mezzanotte. Dietro al locale anche un ampio giardino.

Tomberli è un fiorentino che ha deciso di aprire un locale in centro storico a Prato: “credo nella rinascita che sta vivendo in questo periodo Prato. Voglio proporre cocktail and wine bar dove far assaggiare l’aperitivo più buono in città e far respirare un’aria di casa a ogni cliente…e ovviamente far conoscere il film a quei pochi che ancora non lo conoscono. Ma soprattutto: terapia tapioca brematurata supercazzola o scherziamo?”.

ARTICOLO SPONSORIZZATO BUONO

Un commento

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.