Una volta le aziende tessili pratesi aspettavano le fiere per presentare le proprie collezioni. Adesso invece si aprono le porte del magazzino e si fanno grandi feste dove è lo stesso imprenditore a salire sul palco per spiegare i nuovi prodotti. Questo succederà dalle 19,30 di sabato 17 ottobre nella sede di  “Lo fo io” (in via Sabadell, 129), factory outlet di accessori invernali realizzati interamente a Prato lanciato lo scorso anno dai vulcanici e giovanissimi fratelli Allocca.

“La nuova collezione invernale è una bomba – racconta entusiasta Giuseppe Allocca –  mantelle, sciarpe, ponci e stole mistolana, alpaca e acrilico a prezzi accessibili a tutti, com’è ormai nel nostro stile. Faremo una grande festa per festeggiare il nostro primo anno di attività, e per farlo abbiamo allestito una nuova sezione della nostra sede, e poi salirò sul palco per raccontare i dettagli della nuova collezione invernale. Sarà un’anteprima assoluta che vogliamo dedicata ai pratesi – aggiunge – prima di sbarcare su Amazon lunedì prossimo”.

lofoio_collage
Alcuni modelli della collezione invernale 2015

Dopo un anno di attività, “Lo fo io” è infatti entrata a far parte della vetrina Made in Italy di Amazon, una speciale sezione che il colosso americano dell’e-commerce ha dedicato all’eccellenza artigiana italiana. “Non è stato facile essere inseriti lì dentro – spiega Allocca – li ho rincorsi per mesi, poi sono arrivati da Roma e hanno voluto vedere come produciamo i nostri capi e dove venivano prodotti i tessuti che usavamo. Li ho portati un po’ in giro a vedere come lavorano le aziende pratesi di cui ci serviamo – conclude – allora hanno capito che era vero che tutto veniva fatto a Prato”.

E proprio lo sbarco nel mondo dell’e-commerce, avvenuto qualche mese fa, ha portato la consapevolezza di come internet sia ormai un complemento imprescindibile anche per il tessile : “Le fiere cui partecipiamo in giro per l’Italia ci permettono di entrare in contatto diretto con i nostri clienti – spiega Allocca – ma da quando siamo sbarcati su Amazon, per esempio, stiamo andando forte in Inghilterra. Le ragioni possono essere molte, quel che è certo è che grazie all’e-commerce ci si è aperto un mercato”.

ARTICOLO SPONSORIZZATO BUONO

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.