L’edizione 2015 degli Incontri sullo Sviluppo Locale che da venticinque anni si tengono a Prato cominceranno domani (18 novembre) al Museo del Tessuto. Organizzata da Iris Ricerche, la tre giorni farà quest’anno il punto su tre grandi trasformazioni socio-economiche in corso: le forme di regolazione locale del lavoro, la gestione della diversità e i mutamenti del settore manifatturiero.

18 novembre

La prima giornata, a cura di Luigi Burroni dell’Università di Firenze, propone una lettura comparata di alcuni studi (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Abruzzo, Calabria) sugli accordi aziendali territoriali che negli ultimi anni hanno cercato di produrre beni collettivi locali a sostegno della coesione e della competitività.

Ore 14 – Apertura dell’edizione 2015 con i saluti del sindaco Biffoni.

Ore 14,30 – Sessione 1
Cittadinanza sociale, relazioni industriali e sviluppo locale – Presiede: Gabi Dei Ottati (Università di Firenze), Luigi Burroni (Università di Firenze) Ida Regalia (Università di Milano)

Ore 16,30 – Discussione – Interverranno:  Lucio Baccaro (Università di Ginevra), Emmanuele Pavolini (Università di Macerata)

19 novembre

La seconda giornata, curata da IRIS Prato, sarà invece dedicata ad una riflessione sul tema della gestione della diversità, ovvero sulle modalità attraverso le quali le politiche locali cercano di affrontare una questione oggi cruciale: il mutamento dei contesti locali determinato dal crescente ruolo che vi svolgono attori nuovi e diversi come gli immigrati stranieri.

Ore 9 – Sessione 2
Gestione della diversità, processi globali e territorio: politiche locali alla prova   Presiede: Massimo Bressan (IRIS Ricerche). Marco Revelli (Università di Torino), “Flussi e luoghi: le realtà urbane tra irriconoscibilità e straniamento”, Fabio Bracci e Andrea Valzania (IRIS Ricerche), “Segregazione spaziale, conflitti locali e politiche di integrazione. Il caso di Prato”.

Ore 11 – Discussione – Interverranno:  Adriano Cancellieri (IUAV), Alessandro Coppola (Politecnico di Milano),
Filippo Barbera (Università Torino).

Dopo la pausa pranzo, alle 14,30: Sessione 3
Presentazione dei contributi selezionati attraverso la call for paper in collaborazione con “Cambio. Rivista sulle trasformazioni sociali”. Presiede: Paolo Giovannini (Università di Firenze)

Leonardo Borsacchi e Andrea Ferrannini (ARCO Lab), Mario Biggeri (ARCO Lab e Università di Firenze), “I fabbisogni delle imprese a titolarità cinese a Prato in materia di legalità e sicurezza sul lavoro”

Alberto Gherardini (Università di Firenze), Angela Lobascio (IRIS Ricerche), “La promozione di capitale umano come strumento di sviluppo economico. Due politiche regionali per la convergenza economica a confronto”

Giorgia Marinuzzi e Walter Tortorella (IFEL, Fondazione Anci), “Le economie locali italiane a velocità multiple: un’analisi cluster dei sistemi produttivi a livello comunale”

Erica Santini (Università di Firenze), “Lock-in cognitivo e varietà: due distretti a confronto”

Dimitri Storai (Università Politecnica delle Marche), “Le trasformazioni dei distretti industriali italiani. Composizione dell’effetto distretto, dimensione d’impresa e specializzazione”

Ore 17.00: Discussione

20 novembre

La terza giornata, curata da Marco Bellandi dell’Università di Firenze, sarà infine dedicata ad una riflessione più generale sulle prospettive di rilancio del settore industriale, anche attraverso un ripensamento delle specializzazioni locali e delle politiche in materia.

Ore 9, 30 – Sessione 4 – Strategie regionali e settoriali per l’industria e lo sviluppo locale  Presiede: Marco Bellandi (Università di Firenze). Con Francesco Prota e Gianfranco Viesti (Università di Bari), “Ripartire dall’industria nel Mezzogiorno”, Marco Di Tommaso (Università di Ferrara e cMET-05), Elisa Barbieri (Università di Udine), Mattia Tassinari (Università di Ferrara), “La fragilità delle politiche industriali selettive. Settori strategici, interesse nazionale e scelte regionali”, Donato Iacobucci (Università Politecnica delle Marche e cMET-05), “La connettività fra ambiti tecnologici nelle strategie regionali di specializzazione intelligente”.

Ore 12,00 – Discussione

Ore 14,30 – Sessione 5 – Reti di Impresa e nuove professionalità a cura di IRES Toscana, IRES Veneto, IRES Emilia Romagna

Mauro Lombardi (Università di Firenze) ed Enrico Fabbri (IRES Toscana), “Processi di mutamento dei cicli economico-produttivi e nuove professionalità: analisi di due aree sistema della filiera toscana della pelletteria”
Intervengono: Vladimiro Soli (ricercatore IRES – Veneto), Daniela Freddi (ricercatrice IRES – Emilia Romagna)
Ore 16.00: Discussione

Conclude: Franco Martini(Segretario Nazionale CGIL)

Ore 17.00: Chiusura dell’edizione 2015

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.