Joseph Fiennes è il Re Merda del Cinema Hollywoodiano. Sguardo ottuso, faccia a culo, ha avuto la sola fortuna di essere il fratello belloccio del più dotato Ralph. E ha inenallato una serie ineguagliabile di cacatoni, dal polpettone indigeribile e kitsch Shakespeare in Love, premiato con uno degli Oscar più improbabili di sempre al softcore Killing me Softly in cui cercava inutilmente di lanciarsi come “sventrapapere”, per dirla con Benigni. Ora torna con il film pasquale RISORTO, che pare fermo agli anni Cinquanta parodizzati dall’ultimo Coen. Inaffrontabile. Solo per catechisti.

Allora meglio TRUTH, “Film di Attoroni” con Cate Blanchett e un Robert Redford finalmente invecchiato. Dramma solido, film d’inchiesta, interni grigi, poteri forti che mettono a tacere la stampa. Un po’ visto e rivisto, ma meno invasato di un Oliver Stone d’annata.

Altrettanto classicone BROOKLYN, melodrammone anni 50 da un copione un po’ logoro di Nick Hornbyche, che regge totalmente sulla bravura della sua protagonista, Saoirse Ronan, già protagonista di Grand Budapest Hotel. Ne risentiremo parlare (della protagonista).

BIANCO DI BABBUDOIU è il primo film di Pino e gli Anticorpi.
Ora, come fossimo un libro game degli anni 90 avete due strade da scegliere.
A) Non sapete chi cazzo siano?
Meglio. State a casa.
B) Li conoscete?
State a casa lo stesso. Tanto sono anche in tv. E il film fa schifo.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.