Duemila tra dipinti, disegni e sculture di Quinto Martini entreranno a far parte del patrimonio del Comune di Carmignano sabato 3o aprile, quando con una manifestazione ufficiale (ore 11, palazzo comunale) si completerà la donazione delle opere alla presenza di Teresa Bigazzi, erede di Quinto Martini, del sindaco Doriano Cirri e degli storici dell’arte Marco Fagioli e Tomaso Montanari.

Quinto Martini è stato un artista di fama che ha sempre nutrito un amore per la propria terra, dove ha visto nascere il Parco-Museo e la Casa-Studio di Seano, luoghi nei quali ammirare e vivere il suo talento e la sua arte.

Figlio di contadini ho lavorato da ragazzetto la terra insieme coi miei e durante le ore di riposo, nei pomeriggi d’estate, all’ombra delle viti e degli alberi del campo, presto incominciai a impastar mota, cercando di ritrarre i corpi degli uomini che dormivano sdraiati sull’erbaraccontava Quinto Martini.

Da sabato 30 aprile saranno complessivamente circa duemila le nuove opere, fra disegni, sculture e dipinti, che andranno a completare la Casa-Studio facendola diventare un luogo di memoria viva. “Un ringraziamento caloroso va ai familiari di Quinto che hanno condiviso con noi questo percorso partecipativo – ha commentato il sindaco Doriano Cirri – La donazione arriva al termine del mandato, lascio quindi alla nuova amministrazione il compito e l’onore di valorizzare questo enorme patrimonio per Seano e Carmignano”.