Il prossimo 27 maggio sarà un giorno importante per le tre logge massoniche di Prato. Come si legge infatti sul sito del Grande Oriente d’Italia, proprio quel giorno verranno celebrati “I 140 anni della massoneria a Prato” con un convegno nel palazzo della Provincia che dalle 16,30 vedrà anche la partecipazione del gran maestro del Grande Oriente d’Italia in persona, il giornalista Stefano Bisi, finito recentemente nel mirino della Procura di Siena nell’inchiesta sulla Mens Sana Siena.

A Prato “La decana delle logge è la “Intelligenza e Lavoro” (717), nata formalmente il 27 maggio 1876 – si legge sul sito del Grande Oriente d’Italia – che con la “Meoni e Mazzoni” (62) e la “Filippo Mazzei” (1184) costituiscono il Grande Oriente d’Italia a Prato”.

Prato-27-maggio-2016-grande-oriente-1La celebrazione pubblica arriva dopo l’apertura del sindaco Matteo Biffoni alle logge pratesi nel giugno 2015, quando accettò l’invito della loggia “Meoni e Mazzoni” e dopo un po’ di anticamera ne incontrò gli iscritti, che a loro volta lo informarono della propria visione della città. Avrebbe dovuto esserci un altro incontro, riporta il Tirreno, questa a volta a Roma, durante l’equinozio d’autunno, l’apertura dell’anno massonico, ma il sindaco disse che c’era stato un fraintendimento.

Di fatto quindi, l’incontro del giugno 2015 è stato il primo incontro ufficiale del sindaco con le logge pratesi. Un incontro che non deve stupire, visto che maestro venerabile della “Meoni e Mazzoni” è quel Massimo Taiti che nel 2014, in piena campagna elettorale, abbandonò il sindaco di centrodestra Roberto Cenni per entrare nella lista civica a sostegno del candidato PD Biffoni.

“Durante il convegno sarà consegnata una borsa di studio alla scuola media G. B. Mazzoni per aver svolto elaborati su “I doveri dell’uomo, i diritti del mondo”, tema generale della Gran Loggia 2016 realizzata dal Grande Oriente a Rimini lo scorso aprile”, si legge ancora sul sito del più grande ordine massonico italiano, che conta circa 23mila iscritti.

“In apertura dei lavori porteranno saluti i maestri venerabili delle tre logge pratesi, Massimo Taiti della Meoni e Mazzoni, Lorenzo Lecchini Giovannoni della Filippo Mazzei e Piero Riccomini della Intelligenza e Lavoro; il Gran Maestro Onorario Massimo Bianchi, il presidente circoscrizionale della Toscana Francesco Borgognoni; Matteo Biffoni, sindaco di Prato e presidente della Provincia. Le conclusioni del convegno – conclude la nota – sono state affidate al Gran Maestro Stefano Bisi“.

Prato-27-maggio-2016-grande-oriente-2Ingresso rigorosamente libero.

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.