Appuntamento della Prato Estate martedì 12 luglio alle 21.30 nella Corte delle Sculture della Biblioteca Lazzerini con un prezioso, piccolo spettacolo di teatro-canzone.
La rassegna estiva dell’assessorato alla cultura ci propone “Devozioni domestiche. Quando in Italia c’era gusto ad essere intelligenti” di e con Massimo Altomare e Rosanna Gentili in collaborazione con Gianfranco Pedullà.

Liberamente ispirato a Libro di devozioni domestiche di Bertolt Brecht, lo spettacolo è un mix di canzoni popolari e d’autore, di dialoghi comici alternati a frammenti di teatro e di poesia che ha come filo conduttore il rapporto uomo/donna affrontato con grande ironia, ma anche con la crudeltà dello sguardo comico, declinato nelle sue molteplici varianti.

Le canzoni e i brani scelti di importanti autori italiani tra i quali Giorgio Gaber, Italo Calvino, Pier Paolo Pasolini, Franca Valeri, Marcello Marchesi, Domenico Modugno e di notissimi autori stranieri quali Kurt Weill, Bertold Brecht, William Shakespeare, Eugène Ionesco, George Büchner, hanno in comune l’uso sapiente e salvifico dell’ironia e dell’intelligenza anche quando si affacciano sugli abissi umani. Assoluta la devozione dei due interpreti verso le dinamiche della dimensione domestica.

Lo spettacolo è una produzione della Compagnia Teatro Popolare d’arte (2016). L’ingresso è libero.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.