Dall’Italia e dalla Francia, dagli Stati Uniti e anche dal Brasile. Sono i paesi di provenienza di coloro che hanno inviato le proprie opere a Slideluck Prato, l’evento che intreccia fotografia e cibo organizzato dall’associazione “Sedici”per il prossimo 30 settembre.

Presentato meno di un mese fa, “Slideluck Prato” è un evento che intreccia fotografia e cibo nato nel 2000 a Seattle (Usa). La prima edizione pratese ha scelto come tema il “mapping”, inteso come azione volta alla scoperta, all’esplorazione e alla catalogazione di tessuti che compongono la realtà. Le curatrici della prima edizione di “Slideluck Prato” sono Sara Guerrini, photo editor indipendente e consulente per l’agenzia fotografica Parallelozero, Arianna Rinaldo, direttrice del magazine OjodePez e direttrice artistica del festival Cortona On The Move, e Paola Paleari, critica e curatrice indipendente, vice caporedattore di YET Magazine.

Partecipare è semplice. Entro il 31 luglio, occorre caricare sul sito madre di Slideluck (qui) le proprie opere sia in formato video (slideshow con colonna sonora) che come immagini singole non montate accompagnate da una colonna sonora. “Nel primo caso – spiegano dall’associazione Sedici – il video entra a quel modo in competizione, nel secondo caso sarà invece il team di Slideluck a montare le foto assieme alla base musicale scelta dall’autore e il risultato sarà il lavoro che entrerà nel concorso”.

La partecipazione a “Slideluck Prato” prevede anche alcuni interessanti premi, come la selezione di alcuni autori da parte di YET Magazine, GUP Magazine e Artnoise; la partecipazione ad uno workshop gratuito presso il Collettivo WSP Photography di Roma e uno organizzato da Dryphoto; l’esposizione di alcuni autori presso la galleria Lato di Prato; l’omaggio di alcuni libri e di materiale fotografico.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.