via Wikipedia

Joe Lansdale, Carlo Lucarelli, Tahar Ben Jelloun, Diego De Silva, Mauro Corona. E poi Vinicio Capossela, Morgan, Paolo Hendel, Serena Dandini e molti, molti altri.

Il prossimo 17 febbraio prenderà il via alla Fortezza da Basso la prima edizione di Firenze Libro Aperto. Un festival del libro lungo tre giorni che nelle intenzioni degli organizzatori vuole creare “un evento aperto, dinamico e condiviso intorno al libro e il coinvolgimento attivo della piccola e media editoria in sinergia con la grande editoria”, si legge sul sito della manifestazione.

Un programma ricco ancora in via di definizione, che strizza l’occhio all’infanzia con un fitto calendario di appuntamenti, e che punta a fare il pieno anche con un format particolare, che comprende la possibilità di acquistare in prevendita i biglietti (10 euro giornata intera), la presenza di un “happy hour letterario” durante il quale si potranno acquistare titoli a prezzi ridotti e il prolungamento del programma giornaliero alla sera.

“Le parole non bastano più?”

“Le parole non bastano più?” è lo slogan e la domanda cui il festival cercherà di dare una risposta. “La verità è che nessuno crede più a niente – si legge sul sito del festival – Le parole appaiono sempre più vuote, non credibili, contenitori di realtà simulate; ad ogni livello si riscontra la crescente difficoltà di creare rapporti umani, sociali, professionali fondati su una base seppur minima di sincerità. […] Dunque il tema sarà affrontato in tutte le sue angolazioni, proiezioni, zone d’ombra, coinvolgendo nel dibattito artisti e cantautori, attori, giornalisti di fama nazionale, naturalmente scrittori ed editori”.

Il programma

Tra gli altri appuntamenti della prima giornata, il 17 febbraio,  la presentazione (ore 17) libro “La via del sole” (Mondadori) con l’autore Mauro Corona presentato da Francesca Petrucci e il concerto per piano solo di Morgan alle 23.

Sabato 18 invece, alle 15 Joe R. Lansdale incontra Luca Briasco. Letture di Lorenzo Degl’Innocenti. Alle 16 la presentazione del libro “Terapia di coppia per amanti” (Einaudi) con l’autore Diego De Silva e Lorenzo Dagl’Innocenti. Alle 18 Vinicio Capossela “regalerà al pubblico la struggente ballata sulla storia d’amore del pittore “Modì”, composta nel 1991, contenuta nel suo secondo album e dedicata all’artista livornese”, si legge nella presentazione. A seguire presentazione del libro “Amedeo Modigliani. Le pietre d’inciampo” (Sillabe Editore): Annamaria Panzera intervista l’autore Maurizio Bellandi.

Domenica mattina, alle 12, la tavola rotonda “Il poliziesco che racconta il mondo?” con Joe R. Lansdale, Carlo Lucarelli, Marco Vichi. Modera Divier Nelli. Alle 15 incontro con Carlo Lucarelli. Alle 17 incontro con Tahar Ben Jelloun e presentazione del libro “Il terrorismo spiegato ai nostri figli” (La Nave di Teseo). Alle 18 lo spettacolo “Il fango che sommerse Firenze” con gli interventi di Marco Vichi, Leonardo Gori, Lorenzo Degl’Innocenti. Alle 19 l’incontro “Fughe dalla terra: dal Barone Rampante alle Cosmicomiche” con Paolo Hendel.

Il programma completo è qui.

Il programma ragazzi qui.

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.