Granitsa - Estonia

“Soos Chronicles” è il nome del collettivo di fotografia documentaristica fondato a Prato nel 2015 da Filippo Bardazzi (30) e Laura Chiaroni (27).

La prima tappa del collettivo, ancora prima che diventasse tale, è stata l’America, con un lungo reportage sulle città minerarie del Colorado (Standing Still ) che ha trovato risalto anche sulle pagine di D di Repubblica.

“Di solito tutto nasce da una notizia, da un aggancio con l’attualità – spiega Filippo Bardazzi – dalla quale ci lasciamo inspirare perché quello che ci piace raccontare è l’evoluzione di un luogo e delle persone dal passato al presente”.

E’ il tema, per esempio, di un lungo progetto ancora in essere che Soos Chronicles sta portando avanti in Mugello. “Il Mugello è stata a lungo un’area depressa – spiega Bardazzi – ma negli ultimi anni, grazie forse anche alle nuove infrastrutture, sta vivendo una sorta di vero e proprio ripopolamento”.

Dopo la Polonia, sulle tracce del fracking, e un viaggio a Belgrado, l’ultimo lavoro di Soos Chronicles è stato il racconto (Granitsa) della comunità russa in Estonia. Un progetto che sembra destinato ad avere un seguito. “In futuro vorremmo tornare sul Baltico – conferma Bardazzi – in Lutuania e in Lettonia, e continuare a raccontare le comunità russe che vi abitano”.

Tra le altre cose, quando non sono impegnati nei loro reportage, Filippo Bardazzi e Laura Chiaroni tengono il corso di fotografia “Dai fondamenti alla costruzione di una storia“.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.