B.I.G. – Buone idee giovani è il contest lanciato dal Comune di Prato con il sostegno della Regione Toscana, riservato a ragazze e ragazzi delle scuole superiori pratesi dai 14 ai 18 anni che, singolarmente o in gruppo, hanno lavorato a progetti su vari ambiti quali creatività ed espressione artistica, promozione sociale e scambio interculturale, nuove tecnologie e comunicazione e sostenibilità.

Le idee selezionate sono due, partorite dalla studentessa Laura Cinquini e dalla rock band pratese Energa.

Il primo appuntamento è per il 12 giugno alle 21 nella Corte delle sculture della Biblioteca Lazzerini in occasione del concerto “Rock for thinking, rock for love” degli Energa, band composta da quattro adolescenti che raccontano in musica le loro storie, l’attualità e la loro adolescenza.

Durante l’esibizione un gruppo di ragazze e ragazzi leggeranno alcune storie di donne reali e immaginarie sulle discriminazioni, sui diritti e contro la violenza sulle donne. La messa in scena delle letture è curata da Rosaria Bux.

A sostenere il gruppo dei ragazzi coinvolti in questo percorso di sensibilizzazione, oltre all’Ufficio Politiche giovanili del Comune di Prato, c’è l’associazione Percorsi di Libertà che promuove attività culturali e di sensibilizzazione sui temi della violenza e antidiscriminazione rivolte alle donne, sostenendo il Centro antiviolenza ‘La Nara’ e le case di seconda accoglienza e di emergenza.

Al termine della serata verranno offerti ai partecipanti piccoli pensieri stampati su pergamene da portare a casa come testimonianza della serata e spunto di ulteriore riflessione personale.

La seconda parte di Buone Idee Giovani si sposterà a Officina Giovani mercoledì 14 e giovedì 15 giugno: Tabù, la nuova rivoluzione artistica si sviluppa in due giorni di workshop e laboratori aperti a tutti i ragazzi delle scuole superiori pratesi.

L’obiettivo principale è un’informazione capillare circa il vero significato parole considerate “tabù”, appunto, e l’incentivazione di un pensiero critico e senza paura verso le tematiche che la società mette al bando, più o meno consapevolmente, mediante stereotipi o disinteresse. Per ‘parole Tabù’ si intendono parole che vengono generalmente evitate o adoperate in modo improprio, quali ad esempio politica, antifascismo, femminismo, omosessuale, islamico, immigrato e molte altre.

Su queste parole si svolgeranno i laboratori della prima giornata di lavori, il 14 giugno.

Il programma

14 Giugno

Laboratori partecipativi a cura di Margherita Longo – Cospe Onlus. Iscrizione gratuita rivolta ai ragazzi delle scuole superiori.

Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18: laboratori creativi

Dalle 13 alle 15: pranzo a buffet offerto gratuitamente

15 Giugno

Tutti i laboratori si terranno dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 con pausa pranzo a buffet offerto gratuitamente ai partecipanti.

Hip Hop a cura della Crew AssoMC
Pittura a cura di Lauraballa
Fotografia a cura di Helmut Morganti
Teatro d’improvvisazione a cura di Giovanni Palanza – L.I.F. Lega Improvvisazione Firenze
Iscrizione gratuita rivolta ai ragazzi delle scuole superiori

Qui potete scaricare i moduli d’iscrizione, mentre per i minorenni è necessario far firmare l’apposito modulo di autorizzazione da parte di un genitore o di chi ne fa le veci e
inviarlo a [email protected] indicando
nell’oggetto: autorizzazione progetto BIG.

Il modulo è scaricabile qui.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.