Raffaele Scognamiglio - Tribeca Factory

Ho avuto la fortuna di crescere costruendomi da solo i giocattoli con gli attrezzi di mio padre, e di questa passione ho poi fatto il mio lavoro. Perché non dare questa possibilità anche ad altri bambini?”.

Sono le parole con cui Raffaele “Lello” Scognamiglio accompagna Tribeca Wood Lab, il progetto benefico che il 26 giugno porterà ai bambini di Amatrice otto mini postazioni di falegnameria.

“Mi piace pensare che i bambini e i ragazzi delle aree terremotate possano da un lato scoprire la manualità di un mestiere antico come quello di lavorare il legno e dall’altro acquisire consapevolezza delle proprie capacità costruendosi da soli i giocattoli, che è una cosa che capace di dare grandi soddisfazioni”, racconta Scognamiglio.

La postazione di Tribeca Wood Lab

L’idea di Tribeca Wood Lab è nata all’inizio del 2017. Una festa di compleanno che diventa una donazione collettiva dà il via al progetto. “Per il mio cinquantesimo compleanno invece dei regali ho chiesto una donazione e raccolto i primi fondi – racconta il titolare di Tribeca – l’idea è quella di fornire tutto il necessario: costruiamo noi i banchi da lavoro, sulla base dello spazio a disposizione. In ogni banco ci sono quattro mini postazioni di lavoro e in ogni postazione tutti gli attrezzi necessari per lavorare il legno. Sono strumenti veri, non attrezzi per bambini – precisa Scognamiglio – perché i bambini imparano in fretta e bene e quando l’hanno fatto non c’è più rischio si facciano male”.

È nata anche una onlus, “Tribeca Wood Lab Associazione di utilità sociale” e la macchina organizzativa si è subito messa in moto. “Stiamo contattando molte associazioni che operano in zone disagiate – racconta Chiara Guidi, che insieme a Scognamiglio si occupa del progetto – nel caso di Amatrice, dopo aver incontrato l’interesse dell’associazione AAPP (Amatrice l’alba dei piccoli passi) e quello delle famiglie di 20 bambini, il laboratorio di falegnameria verrà ospitato in una piccola struttura costruita allo scopo accanto alla scuola elementare e sarà portato avanti da un falegname del luogo”.

Domenica 25 giugno, il primo “Tribeca wood lab” arriverà a destinazione. “Ad Amatrice verrà con noi anche un videomaker per documentare tutta l’operazione – spiega Scognamiglio – mentre nel mese di ottobre faremo un grande evento per raccogliere i fondi necessari a finanziare altri laboratori di falegnameria”

Per sostenere il progetto, c’è la possibilità di fare una donazione
TRIBECA WOOD LAB ASSOCIAZIONE UTILITA’ SOCIALE
IBAN IT91A0312721500000000002913

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.