“Nelle cartelle cliniche del Manicomio di Volterra sono custodite delle lettere scritte dai pazienti e mai spedite, cariche di sogni, fantasie, speranze, riflessioni”.

È questo il materiale che Simone Cristicchi racconterà stasera nella Corte delle Sculture (ore 21,30, ingresso libero) con il suo spettacolo “Lettere dal manicomio”.

“Ispirandosi a questo materiale così intimo e prezioso – si legge nella nota – Simone Cristicchi ha voluto ridare vita ai pensieri dei “matti” con uno spettacolo emozionante che induce chi ascolta ad un sentimento di profonda empatia”.

Insieme a Simone Cristicchi saranno sul palco anche Ariele Vincenti, Elisabetta Salvatori e Maurizio Mosetti, mentre alla chitarra e alle sonorizzazioni sarà Riccardo Corso.

Nel pomeriggio, alle 17 alla Libreria Feltrinelli, l’artista presenterà il suo nuovo libro “Il secondo figlio di Dio”.

Lo spettacolo è curato dall’Associazione Culturale Pasolini a conclusione del progetto “Do di matto” e rientra nel programma della Pratoestate 2017.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.