Al Fabbrichino arriva “MedeAssolo”, riadattamento in forma di monologo della Medea di Seneca firmato e interpretato da Valentina Banci. Da martedì 11 a sabato 15, alle 21,30: 5 euro.

“MedeAssolo è un riadattamento in forma di monologo della famosa Medea di Seneca, da me interpretata nel 2015 al Teatro Greco di Siracusa – scrive Valentina Banci – L’elaborazione drammaturgica mantiene la presenza di tutti i personaggi del testo originale compreso il bellissimo coro. Ho immaginato che tutto sia già accaduto, il terribile atto (l’uccisione dei figli per mano della loro stessa madre), già commesso. Medea è una donna invasa dalle voci di dentro che in cerca di una pace ormai impossibile da trovare, è costretta forse in eterno a ripercorrere le tragiche ore che l’hanno portata alla pazzia. Da dove ci parla Medea? Da un luogo dell’anima o piuttosto da dentro la sua mente divisa? Ho cercato di scendere con lei negli abissi della follia e della fine della speranza – aggiunge – dove ogni essere solo, come lei lontano dalla sua cultura, esule in terra straniera, ripudiato, odiato, un essere a cui sono stati strappati brutalmente i sogni più grandi, può perdersi e finire in un buio tale da non credere più nanche all’amore più grande. A ricordarci che, in fondo, come ci dice Jaques Lacan, “Medea siamo noi”.
Spettacolo teatrale di e con Valentina Banci
Traduzione Paolo Magelli
Scene di Lorenzo Banci
Musiche di Arturo Annechino

Una produzione BAM Teatro in collaborazione con Compagnia TPO

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.