Venti anni prima di oggi Cristina Donà emerse dal trasversale e ricco mondo della nuova musica milanese dei primi anni ’90. Il suo primo album “Tregua” deflagrò nella scena musicale di quel periodo come una novità assoluta. Un esordio sorprendente destinato a diventare un punto di riferimento, e non solo al femminile, per il rock di matrice mediterranea.

Oggi Cristina decide di rimettere in gioco quell’album affidandone i brani – ad eccezione di “Stelle buone” che lei stessa reinterpreta – a dieci artisti della nuova generazione, invitandoli a rileggere in totale libertà le sue canzoni. Cristina, a sua volta, interviene incrociando la sua voce con le loro.

Tra le “stelle buone” contenute in questo lavoro c’è anche Il Geometra Mangoni che ha reinterpretato il brano “Ogni sera”. Di questa esperienza il cantautore di Agliana (vincitore del contest legato al Concerto del Primo Maggio a Roma, due anni fa e ospite per due anni di seguito sul palco di Piazza San Giovanni) commenta sulla sua pagina Facebook: “Quando ti arriva addosso una cosa davvero bella, c’è sempre da un lato l’entusiasmo più grande, e dall’altro quella sensazione per cui tutto, una volta raggiunto, appare normale, con il rischio di darlo quasi per ‘scontato’. Si è mossa fra questi due estremi la collaborazione con Cristina Donà: naturale e serena, ma allo stesso tempo anche sofferta per il timore di non averne la capacità, di non essere veramente all’altezza. Alla fine resta la sensazione di essere entrato in qualche modo nella storia di Tregua, un disco molto importante per la musica italiana degli ultimi decenni, e che ha contribuito a creare il mio percorso. L’emozione di sentire per la prima volta la voce di Cristina vicina alla mia è stata un momento bellissimo e per cui ringrazio”.

La canzone si può ascoltare su Spotify.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.