Illustrazione: Andy Baker/Getty Images / www.everydayhealth.com

“Lapsus” è la rubrica di Pratosfera curata dalle dottoresse Clara Benvenuti e Claudia Innocenti, psicologhe pratesi che si occupano di problematiche e difficoltà individuali, di coppia e familiari con l’approccio sistemico relazionale.

Tu domandi e loro rispondono: per porre dubbi o quesitiè possibile scrivere a [email protected] Le domande saranno pubblicate in forma anonima.

Care Dottoresse, mi chiamo G. e ho 30 anni e sono molto preoccupata per mia madre di 58 anni. Da 10 anni soffre di depressione, è stata seguita da vari psichiatri e dal medico di famiglia che le hanno cambiato diverse volte la cura di  antidepressivi. Inizialmente sta meglio, ma poi puntualmente ricade in uno stato di tristezza, apatia e dura fatica a fare tutto. Io ho sempre pensato di mandarla da uno psicologo, ma nessuno mi ha presa troppo in considerazione e a Pisa dove hanno seguito mia madre mi hanno sempre detto che la patologia di mia madre è di tipo organico. Hanno ragione? Dalla depressione si può guarire?

Grazie G.

Cara/o G,
ci rendiamo conto come deve essere doloroso per lei e sua madre essere in un vortice di tristezza da oltre 10 anni. Esistono le depressioni organiche, ma in realtà sono un numero molto basso. E’ molto più probabile che 10 anni fa sua madre abbia avuto un’esperienza che l’ha portata in questo malessere o che le abbia riattivato un dolore inespresso. Le informazioni che ci ha dato non sono sufficienti a fare ipotesi su ciò che ha innescato lo stato depressivo e su ciò che lo mantiene.
Quello che però possiamo dirle è che dalla depressione si guarisce, ma non attraverso i farmaci, utili e preziosi in alcuni momenti, volti però a supportare un lavoro psicoterapeutico.
Per uscire dalla depressione occorre dare parole al dolore e darle un senso nella vita della persona e questo un farmaco non può farlo.
Per citare il grande Psichiatra e Psicoterapeuta Luigi Cancrini: ” nella cura della depressione i farmaci non servono a nulla[…]. Messo a tacere il dolore solo per un po’, la depressione si ripresenterà fatalmente, fino a rischiare di diventare cronica. Solo una psicoterapia potrà far parlare la ‘malattia’, aiutando il depresso a rintracciare i motivi della propria sofferenza, a elaborarli e a superarli”.

Un caro saluto,
Clara e Claudia

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.