serpentu

Una ri-sonorizzazione di “Vampyr” (Dreyer, 1932) eseguita dai “Serpentu”. Questa la prima produzione del Festival delle Colline 2018, che si conferma la realtà più eclettica della Provincia.

L’appuntamento, a ingresso libero, è per il prossimo 11 luglio nella Corte delle Sculture.

Serpentu è un trio formato da Alessia Castellano, Lorenzo Cappelli e Mirko Maddaleno – si legge nella presentazione – musicisti attivi da molti anni nel panorama della musica indipendente (Blue Willa, Werner, Marlon Brando). Due chitarre, violoncello, voci, percussioni e rumori: dediti sia alla scrittura di brani che all’improvvisazione libera, in occasione del Festival delle Colline proporranno per la prima volta una sonorizzazione dal vivo di Vampyr”.

Vampyr è semplicemente uno dei più importanti film della storia del cinema – si legge nella presentazione – Girato dal regista tedesco Carl Theodor Dreyer, è un horror fra il reale e l’immaginario, straripante di invenzioni visive che lasciano lo spettatore senza fiato. Immerso in un’atmosfera fortemente onirica e caratterizzato da un selvaggio (e modernissimo ndr) dialogo fra luci ed ombre, il film di Dreyer è stato definito da Alfred Hitchcock “l’unico film che valga la pena di vedere due volte”.

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.