PratoAntiqua - Non solo Wiener Klassik 2018

Anche quest’anno torna “PratoAntiqua”, la rassegna di musica classica e tradizionale organizzata da Mesotonica con il patrocinio della Provincia di Prato e il contributo dell’Assessorato alla Cultura di Prato, inserita nel cartellone eventi di Prato Estate.

Quattro concerti ad ingresso gratuito tra il teatro del Convitto Cicognini e Palazzo Datini.

Il programma

Il primo appuntamento della rassegna si chiama “Non solo Wiener Klassik“, si terrà martedì 26 giugno nel teatro del Convitto Cicognini: si esibirà l’Orchestra Controcorrente, neonata orchestra classica da camera su strumenti originali che torna ad esibirsi dopo il successo dello scorso febbraio.

Il programma del concerto trae ispirazione dal “Viaggio musicale in Germania” di Charles Burney, effettuato con lo scopo di raccogliere materiale per la sua “General History of Music”. Giunto a Vienna nel settembre 1772, Burney ha la possibilità di assistere alle esecuzioni di Sinfonie e Concerti dei più famosi compositori del momento, con cui riesce spesso a fare conoscenza diretta instaurando veri e propri rapporti di amicizia personale. Lasciando la capitale asburgica, annota nei suoi diari che “…bisogna riconoscere che Vienna è così ricca di compositori ed ospita un così gran numero di musicisti di valore da meritare, tra le città tedesche, il titolo di Sede Imperiale della Musica, oltre che del potere…voglio solo ricordare i nomi di Hasse, Vaňhal, Ditters…e Kohaut, un eccellente liutista…”.

L’orchestra:
Violini: Mayah Kadish, Giacomo Catana, Mauro Massa, Barbara Altobello, Lathika Vithanage, Maria Grokhotova
Viola: Clelia Gozzo
Violoncello:Nicola Paoli
Contrabbasso: Davide Nava
Fagotto: Alessandro Nasello
Oboi: Emiliano Rodolfi, Roberto De Franceschi
Corni: Alessandro Denabian, Elisa Bognetti
Clavicembalo: Federica Bianchi

La rassegna prosegue con altri tre appuntamenti, a palazzo Datini dalle 21,30.

Il 4 luglio si terrà “Dialogus de musica”. A due clavicembali, con Richard Egarr ed Alexandra Nepomnyashchaya, due nomi di fama mondiale per un programma che ripercorre la storia del clavicembalo fra le pagine dei grandi compositori barocchi europei, da L. Couperin a J. S. Bach.

Il 10 luglio appuntamento con “Kala-Mangala. Musica e danza classica dell’India“, con Federico Sanesi, Pradeep Kumar Barot, Riccardo Battaglia e Nuria Sala Grau, in un viaggio nel millenario repertorio della musica e danza classica indiana, dall’universo dei raga e dei tala ai principi che regolano una pratica musicale e coreutica da sempre basata sull’improvvisazione.

Il 20 luglio si prosegue con “Di guerra e di pace. Musiche rinascimentali d’amore e di battaglia” eseguito dall’Ensemble Pifarescha, che racconterà di come la musica sia da sempre fedele colonna sonora dell’umana esistenza, capace di evocare, rappresentare, celebrare gli eventi legati alla guerra e ai momenti di pace, di festa e d’amore.

Tutti gli appuntamenti della rassegna sono curati dalla direzione artistica di Federica Bianchi e Giovanna Riboli, e sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.