cortona mix festival

Dal 18 al 22 luglio prende avvio la settima edizione di “Cortona Mix Festival” al motto di “le parole sono importanti”. E le parole non sono mai state così tante come adesso, in un epoca in cui è diventato semplice e immediato esternare le proprie emozioni e i
propri commenti, condividendoli all’istante con una platea potenzialmente globale. Anche per questo il Cortona Mix Festival propone un momento di riflessione su ciò che scriviamo, leggiamo e ascoltiamo.

La formula è sempre la stessa, un mix delle arti che combina le più diverse forme di espressione, dal teatro alla musica alla scrittura.

Promosso dal Comitato Cortona Cultura Mix Festival (Gruppo Feltrinelli, Orchestra della Toscana, Accademia degli Arditi e Officine della Cultura) e dal Comune di Cortona, il Festival propone al pubblico un’immersione musicale a cominciare, mercoledì 18 luglio, alle 21.15 in Piazza Signorelli, con The Soulfire Teachrock Tour.

Le parole protagoniste sono quelle di prestigiosi autori internazionali (Andrew Sean Greer, premio Pulitzer 2018 per la narrativa), poeti affermati (Valerio Magrelli) e intellettuali di lungo corso (Goffredo Fofi), giornalisti di quotidiani, tv e web (Annalena Benini, Marco Damilano, Gabriele Del Grande, Sergio Rizzo), esponenti dei diversi generi letterari (dal giallo di Giuseppina
Torregrossa all’horror di Pietro Grossi), drammaturghi che hanno conquistato palcoscenici globali (Stefano Massini) e attrici che debuttano nel mondo della parola scritta (Laura Morante),
moderni goliardi della comunicazione (il team di Lercio).

Le serate cortonesi lasciano spazio alla musica e anche in questo caso il vocabolario è ricco di suggestioni: dall’apertura rock’n’roll con Little Steven, il leggendario chitarrista di Bruce Springsteen in tournée con i suoi The Disciples of Soul, alla chiusura con il concerto di Gino Paoli, gigante della canzone d’autore che
presenta i successi di una carriera sconfinata in veste jazz (e prima dello spettacolo incontra il pubblico in dialogo con la figlia
Amanda Sandrelli). Passando per l’America di Rhapsody in Blue
e West Side Story, riletta dall’Orchestra della Toscana accompagnata dai musicisti dell’Orchestra Giovanile Italiana  lo
ska in salsa sabauda degli Statuto (che festeggiano i 35 anni di carriera), la surreale comicità di Nino Frassica & Los Plaggers Band e tanto altro.

Scarica il programma completo (pdf)

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.