Da oggi, 20 luglio 2018, sarà possibile firmare per la proposta di legge di iniziativa popolare per l'”Insegnamento di educazione alla cittadinanza come materia autonoma con voto, nei curricula scolastici di ogni ordine e grado“, promossa da Anci Nazionale.

La raccolta delle firme sarà effettuata all’Urp di piazza del Comune dal lunedì al venerdì negli orari di apertura al pubblico e cioè dalle 9 alle 13. Possono firmare sia i cittadini residenti a Prato che i cittadini non residenti.

L’iniziativa è stata presentata durante il consiglio nazionale Anci lo scorso mese di maggio. “Un’ora settimanale di educazione alla cittadinanza, come disciplina autonoma con propria valutazione, nei curricola e nei piani di studio – si legge sul sito di Anci – Gli obiettivi specifici di apprendimento dovranno necessariamente comprendere, nel corso degli anni, lo studio della Costituzione, elementi di educazione civica, lo studio delle istituzioni dello Stato italiano e dell’Unione Europea, diritti umani, educazione digitale, educazione ambientale, elementi fondamentali di diritto, educazione alla legalità”.

“Reintrodurre l’educazione civica a scuola è importante in un contesto sociale che è cambiato e dove, nel corso degli ultimi anni, si è registrato un passo indietro sul fronte della corretta convivenza e del rispetto degli altri”, ha commentato il sindaco di Prato Matteo Biffoni, presidente di Anci Toscana e uno dei primi firmatari dell’iniziativa.