Teatro, performance, arti visive: la sedicesima edizione del Contemporanea Festival, da lunedì 24 a domenica 30 settembre, vanta numerose location e tante arti diverse.

Parola d’ordine: vivere al tempo del crollo. Il Contemporanea Festival 2018 esiste per la necessità di raccontare e interpretare le urgenze e le complessità del presente tramite i linguaggi dell’arte con sperimentazioni, progetti, strategie, reti. 

Vivere al tempo del crollo riprende la via tracciata dall’edizione dell’anno scorso: “Il crollo contiene tutti i requisiti per essere assunto come metafora, astrazione, ma anche realtà di questa epoca estrema, stracolma di eventi che mutano il corso delle cose in modo improvviso – scrivono sul sito – È qualcosa che appartiene all’etica, alla politica, al sistema economico di un paese, a un principio filosofico e culturale. Ogni individuo ha una visione soggettiva del crollo, un insieme di avvenimenti, fantasie, sogni, ma anche paure e catastrofi che possono appartenere al presente, al passato o a un tempo indefinito. “

Ecco tutto il programma del festival:

Lunedì 24 settembre

Ore 10-13,30 e 15-17; Centro Pecci:
Modules&Patterns, un dialogo fra arte e scienza, di e con Loris Cecchini e luca Bindi.
Ore 11,30-18; Teatro Magnolfi:
Lo stato dell’arte, incontri con le voci creative di teatro e danza. Prenotazione obbligatoria.
Ore 11-30,30 e 15-18; sala Montalvo Casini del Teatro Metastasio:
Where is the sight? Workshop per attori professionisti con Roberto Latini.
Ore 15-17, sala polivalente del Teatro Magnolfi:
Kinetic Force Method, workshop su movimento e danza con Hiroaki Umeda.
Ore 19,30; teatro Fabbrichino:
Canapa, compagnia TPO. Ingresso 7 euro, ridotto 5 euro.
Ore 21,30; Spazio Le Palace di via targetti 10/9:
Wunderkammer, visual e sound concept di Mohabitat. Durata 90 minuti, biglietto acquistabile sono sul posto. Lo spettacolo non rientra nella formula abbonamento del festival.

Martedì 25 settembre

Ore 10-17; Teatro Magnolfi: 
Lo stato dell’arte, incontri con le voci creative di teatro e danza. Prenotazione obbligatoria.
Ore 11-13,30 e 15-18; sala Montalvo Casini del Teatro Metastasio: 
Where is the sight? Workshop per attori professionisti con Roberto Latini.
Ore 15-17; sala polivalente del Teatro Magnolfi: 
Kinetic Force Method, workshop su movimento e danza con Hiroaki Umeda.
Ore 19,30; teatro Fabbrichino:
Canapa, compagnia TPO. Ingresso 7 euro, ridotto 5 euro.

Mercoledì 26 settembre

Ore 11-13,30 e 15-18; sala Montalvo Casini del Teatro Metastasio: 
Where is the sight? Workshop per attori professionisti con Roberto Latini.
Ore 15-17; sala polivalente del Teatro Magnolfi: 
Kinetic Force Method, workshop su movimento e danza con Hiroaki Umeda.
Ore 19,30; teatro Fabbrichino:
Canapa, compagnia TPO. Ingresso 7 euro, ridotto 5 euro.
Ore 19,30 e 21,30; Teatro Metastasio:
Sin Itaca. Lo spettacolo di Indigo lavora sulla condizione dei 14.000.000 di apolidi messicani, fuggiti a causa della violenza, di cui quasi 3000 sono scomparsi. Biglietto 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25. Spettacolo in spagnolo con sottotitoli a prenotazione obbligatoria, raccomandato a un pubblico adulto.
Ore 20; Teatro Fabbricone:
Faits et gestes. Movimenti di danza non autosufficienti, in cui ogni ballerino ha bisogno dell’altro per poter andare avanti nello spettacolo di Noè Soulier. Biglietto 10 euro, under 25 ridotto a 7 euro.
Ore 22,30; Spazio K:
Ultras Sleeping Dance. Danza che abita e crea lo spazio nello spettacolo di Cristina Kristal Risso. Biglietto 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.

Giovedì 27 settembre

Ore 10; foyer del Teatro Metastasio: 
Sportello internazionale Living, incontro collettivo per l’internazionalizzazione dello spettacolo dal vivo a cura di LIV.IN.G. – Live Internationalization Gateway.
Ore 11-13,30 e 15-18; sala Montalvo Casini del Teatro Metastasio: 
Where is the sight? Workshop per attori professionisti con Roberto Latini.
Ore 14-18,30; Palazzo Banci Buonamici:
Incontro C.Re.S.Co. sulla promozione di programmi di educazione nei settori dello spettacolo nelle scuole di ogni ordine e grado.
Ore 19,30; teatro Fabbrichino:
Canapa, compagnia TPO. Ingresso 7 euro, ridotto 5 euro.
Ore 19,30 e 21,30; Teatro Metastasio:
Sin Itaca. Lo spettacolo di Indigo lavora sulla condizione dei 14.000.000 di apolidi messicani, fuggiti a causa della violenza, di cui quasi 3000 sono scomparsi. Biglietto 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25. Spettacolo in spagnolo con sottotitoli a prenotazione obbligatoria, raccomandato a un pubblico adulto.
Ore 20; Teatro Fabbricone:
To be banned from Rome, di e con Annamaria Ajmone e Alberto Ricca. Spettacolo di danza sul modo di rapportarsi alla società esterna e alla distorsione della geografia personale. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.
Ore 21; Biblioteca Lazzerini:
My body of coming forth by day, di e con Olivier Dubois. Un solo intimo che esplora gli angoli della memoria del corpo e la sua capacità di raccontarci una storia dell’arte. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.
Ore 22,30; Spazio K
10 miniballetti. Il Collettiv0 Cinetic0 porta in scena un’antologia di danza. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.

Venerdì 28 settembre

Ore 10; foyer del Teatro Metastasio: 
Sportello internazionale Living, incontro collettivo per l’internazionalizzazione dello spettacolo dal vivo a cura di LIV.IN.G. – Live Internationalization Gateway.
Ore 9,30-13 e 14-18; Palazzo Banci Buonamici
Incontro C.Re.S.Co. sulla promozione di programmi di educazione nei settori dello spettacolo nelle scuole di ogni ordine e grado.
Ore 19,30; Teatro Fabbricone
Holistic Strata di e con Hiroaki Umeda (J). Ogni elemento in scena, corpi, luci e suoni è dissolto nelle stesse unità di informazione (pixel) e trattato come strumento di ricerca post-antropocentrica. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.
Ore 20,30; Centro Pecci:
BAU#1, di e con Barbara Berti. BAU#1 esplora in termini coreografici il “disembodiment”, nel creare, cercare e riconoscere il momento della separazione e distacco tra l’azione del pensare e il pensiero stesso. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.
Ore 21; Centro Pecci
Sul vedere, di e con Claudia Caldarano. Teatro danza. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.
Ore 22,30; Spazio K:
Biografia di un corpo, di e con Davide Valrosso. Uno spettacolo sul nudo e la propria ombra. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.

Sabato 29 settembre

Ore 18,30; Biblioteca Lazzerini:
Mappe, del Gruppo Nanou. Una traiettoria disegnata per una coreografia di gruppo. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.
Ore 18,30; Teatro Magnolfi:
Nettles, del gruppo Trickster-p. Un percorso creato per un’esperienza immersiva totale. Il percorso non è accessibile in sedia a rotelle, ed è accessibile su prenotazione ogni 20 minuti. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.
Ore 21,30; Centro Pecci:
P!nk elephant di Siro Guglielmi: la danza come espressione d’amore e desiderio verso l’oggetto amato. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.
Ore 21, Centro Pecci: 
Primavera Contemporanea, di e con Silvia Gribaudi: uno spettacolo di corpi nudi e bellezza. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.
Ore 22,30; Spazio K:
Muta Imago in Combattimento: amore come guerra, corteggiamento come conquista, dal desiderio alla perdita di sé. Ingresso 7 euro, ridotto 5.

Domenica 30 settembre

Ore 17; Altri Spazi:
Hm/Housemusic, ingresso libero a prenotazione obbligatoria.  Strasse chiede agli abitanti di un condominio, un gruppo di case che danno sulla stessa strada, di scegliere una canzone. Nella serata di apertura al pubblico le canzoni raccolte andranno a comporre il concerto in uno spazio di uso comune degli abitanti.
Ore 18,30; Teatro Magnolfi:
Nettles, del gruppo Trickster-p. Un percorso creato per un’esperienza immersiva totale. Il percorso non è accessibile in sedia a rotelle, ed è accessibile su prenotazione ogni 20 minuti. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.
Ore 19,30; Centro Pecci:
I Kinkaleri presentano Otto, uno spettacolo che può essere visto avanti, e indietro. Come il nome.
Ore 21,30; Biblioteca Lazzerini:
Le tour du Monde de danses urbaines en dix villes avec Ana Pi; di e con Ana Pi. Conferenza di danza seguita da interazioni con il pubblico: la varietà della danza di strada vista con fotografie e video di dieci diverse città del Mondo. Ingresso 10 euro, ridotto a 7 per gli under 25.

Per tutti i giorni del festival, dalle 12 alle 14,30 e dalle 19,30 alle 24, l’Ex Chiesa di San Giovanni ospiterà Contemporanea Bistrot gestito da Atipico, con dj set e musica live. Il gruppo di poesia urbana Poecity, inoltre, sarà presente con le sue iniziative.

I biglietti sono acquistabili qui.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.